Altro tie-break fatale a Modena

45
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Un altro tie-break fatale per la Igor Volley di Marco Fenoglio, dopo quello di Firenze sei giorni fa. Le azzurre cedono a Modena per 3-2 al termine di una partita segnata dai troppi errori (39, undici più di quelli commessi dalle padrone di casa). Non è bastata l’ottima prova di Cristina Chirichella (19 punti con 5 muri) per dare manforte alla solita Katarina Barun Susnjar (23 punti).

Gaspari sceglie Brakocevic opposta a Ferretti, Heyrman e Belien al centro, l’ex Bosetti e Ozsoy in banda e Leonardi libero; Fenoglio si affida a Barun Susnjar in diagonale a Cambi, Bonifacio e Chirichella, Plak e Piccinini in banda, Sansonna libero e Zannoni, come di consueto, cambio fisso in battuta al posto di Bonifacio (cosa permessa dal regolamento, essendo entrambe “under” italiane).

Chirichella (fast) e Plak (diagonale) portano avanti la Igor 2-3, Modena reagisce con Bosetti (ace, 5-3) e Ozsoy (muro su Plak, 7-4) e le azzurre provano a rientrare col primo tempo di Bonifacio (7-6) prima del nuovo break modenese che spinge le emiliane sul +4 con il muro di Belien su Plak (10-6). Piccinini sbaglia in attacco (12-7), Barun Susnjar no (12-8) ma la pipe di Brakocevic e il maniout di Ozsoy valgono il 17-10 mentre Fenoglio ferma il gioco; al ritorno in campo, sul turno in battuta di Donà (subentrata a Chirichella) le azzurre si riavvicinano 17-14 prima che Modena scappi di nuovo fino al 24-18: il set ball arriva da un errore in costruzione della Igor. Chirichella accorcia a rete (24-20), l’errore in battuta di Piccinini chiude il set 25-20.

Brakocevic riparte forte (2-1), Fenoglio cambia in regia (dentro Dijkema per Cambi) e Gaspari risponde sul 3-4 inserendo Marcon per Bosetti, appena murata da Chirichella; Piccinini trova un altro break (maniout, 6-8) e dopo il timeout di Gaspari è un ace di Barun a regalare il 6-9 alle azzurre, prima della replica modenese affidata a Ozsoy (8-9) e Ferretti (ace, 10-10). Dijkema riprende il filo (10-11), l’errore di Brakocevic illude le azzurre sul 15-18 ma Modena rientra e impatta con due errori in attacco di Plak (18-19, poi 20-20). Belien sorpassa con l’ace (21-20), dopo il timeout di Fenoglio Barun Susnjar (diagonale 23-23) e Piccinini (muro su Heyrman, 23-24) invertono l’inerzia e regalano il set ball alle azzurre: chiude al quarto tentativo, dopo un maniout di Barun Susnjar, un tocco a rete di Bonifacio (26-28).

Chirichella (3-4) e Ozsoy (7-6) duellano, Belien fa il break in primo tempo (8-6), sul turno in battuta di Zannoni Novara trova, però, un break importante portandosi sul 10-14 con due errori di Ferretti e una fast di Chirichella. Novara paga i troppi errori di Plak (17-16) e Modena inverte l’inerzia mentre Fenoglio inserisce Pietersen al posto dell’olandese; non cambia il ritmo, con Modena sempre avanti con Ozsoy a segno anche a muro (19-16 e poi 22-19) e le azzurre che si aggrappano a Bonifacio, che mura Marcon per il 23-22. Brakocevic conquista il set ball (24-22), Novara ne annulla due (24-24) e poi mette la freccia (24-25): nel testa a testa successivo, però, la Igor sciupa e pasticcia e Modena, al sesto set ball, chiude con un pallonetto di Brakocevic (30-28).

Novara riparte con Pietersen in sestetto e Bonifacio e Piccinini (maniout) che firmano il break del 3-6 mentre dall’altra parte della rete il turno in battuta di Ferretti riporta sotto Modena (ace, 6-7); Novara si affida ai centrali: Chirichella colpisce in fast (6-8), Bonifacio mura Brakocevic (6-10) e dopo il timeout di Gaspari l’ace di Dijkema vale l’8-13 e il massimo vantaggio azzurro. Heyrman mura Pietersen (14-15), Ozsoy impatta in parallela (15-15) mentre Fenoglio inserisce Cambi e Chirichella, murando Brakocevic, fa 15-18 e poi 17-20 inchiodando la fast. Plak rientra e si fa murare da Belien (18-20) e poi manda in rete la battuta (20-22) tenendo in gioco Modena, Barun Susnjar va a segno due volte e trova il set ball (20-24) e Gaspari ferma il gioco: al terzo tentativo chiude Chirichella in primo tempo, 22-25.

Fenoglio sceglie Cambi e Plak in sestetto ma è Modena a partire forte: Piccinini attacca in rete (2-0), Brakocevic inchioda la pipe (5-2) e Plak manda out l’ennesimo attacco sul 7-2. Heyrman manda le squadre al cambio campo sull’8-4, Brakocevic e Ozsoy scavano il solco sempre più profondo (11-5) mentre Novara è incapace di reagire. Ancora Brakocevic avvicina il traguardo sul 13-5, Barun Susnjar è l’ultima ad arrendersi (diagonale, 14-7) ma non basta: chiude Marcon in maniout (15-7).

Come di consueto, la partita sarà trasmessa in differita su Vco Azzurra TV (l’emittente ufficiale del club, che trasmette in chiaro in digitale terrestre e satellitare e in streaming sul sito ufficiale www.vcoazzurratv.it ) il lunedì sera alle 23.10 e giovedì alle 20.30.

Liu Jo Nordmeccanica Modena – Igor Volley Novara 3-2 (25-20, 26-28, 30-28, 22-25, 15-7).

Liu Jo Nordmeccanica Modena: Brakocevic Canzian 25, Belien 11, Valeriano, Heyrman 12, Leonardi (L), Marcon 4, Bosetti 1, Ferretti 4, Ozsoy 22, Bianchini, Garzaro, Caracuta ne. All. Gaspari.
Igor Volley Novara: Alberti, Cambi 1, Plak 8, Donà 1, Pietersen 5, Bonifacio 10, Chirichella 19, Sansonna (L), Piccinini 10, Dijkema 3, Zannoni, Barcellini, Barun Susnjar 23. All. Fenoglio.