Azzurre in finale: 3-1 a Conegliano

55
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Dopo la qualificazione alla Final Four, un altro passo in avanti per la Igor Volley di Luciano Pedullà, che conquista la qualificazione alla finalissima della competizione superando, al termine di un match spettacolare e combattuto, le venete di Conegliano. Un successo per 3-1 con le azzurre avanti 2-0 e poi costrette a subire il ritorno delle avversarie fino al diagonale vincente di Klineman, che ha chiuso il quarto set (ai vantaggi) e il match.
 
Igor in campo con il sestetto collaudato, con Barun opposta a Signorile, Chirichella e Guiggi al centro, Klineman e Hill in banda e Sansonna libero. Conegliano schierata da Chiappini con Nikolova opposta a Glass, Barazza e Furlan al centro, Ozsoy e Barcellini in banda e De Gennaro libero.
 
Il match parte testa a testa, con Barazza e Barun (3-4) che duellano prima del break di Klineman (3-5) e degli errori di Ozsoy (attacco out) e Nikolova (fallo di seconda linea) che portano Conegliano al timeout sul 4-8. Chirichella mantiene le distanze (6-10), Nikolova accorcia 9-11 in battuta prima della risposta di Barun che mura Barcellini e fa 9-13. Ancora Nikolova riapre i giochi (12-13), poi Guiggi e Hill scappano 13-17 e la Igor gestisce il vantaggio con Barun (16-20), Klineman (17-21) e allunga proprio con i suoi due martelli (17-23). Nikolova è l’ultima ad arrendersi (21-24), poi chiude Signorile di seconda intenzione (21-25).
 
Si riparte come nel primo set, con Nikolova e Barun a duellare e la croata che firma con un ace il primo break, sul 3-5. Chirichella mura Barcellini e allunga 5-8, le azzurre mantengono le distanze fino al timeout tecnico (9-12, Barun) ma al rientro in campo sono Nikolova e Ozsoy (gran pipe) che ricuciono 12-13, poi un fallo della turca in attacco vale il 13-16 con Chiappini che ferma il gioco. Ozsoy si riprende subito con il 18-18, Hill sbaglia (19-18) ma Guiggi mura Nikolova e l’ace di Barun vale il 20-22; nel finale infuocato, Conegliano passa avanti 24-23 con il muro di Barazza, le azzurre annullano due set ball e, al secondo tentativo, chiudono grazie a un attacco out di Nikolova (25-27).
 
Conegliano riparte con Fiorin al posto di Barcellini, Novara accelera 1-4 con il muro di Guiggi ma poi, di colpo, si spegne e inizia a commettere una serie lunghissima di errori con le venete che ne approfittano e passano 12-9 al timeout tecnico con l’ace, favorito dal nastro, di Fiorin. Al rientro in campo Barun ricuce di slancio (13-13), poi Nikolova e Fiorin rilanciano (17-14) Conegliano mentre Pedullà inserisce Bonifacio per Guiggi. Conegliano allunga con Nikolova (22-17), Novara si ferma a 20 (primo tempo di Chirichella), poi le venete chiudono con Ozsoy (25-20).
 
Conegliano, sullo slancio del set vinto, prende in mano l’inerzia del quarto parziale con Ozsoy (5-3) e Fiorin (8-5), mentre Novara si affida a Barun (ace, 8-7) e Guiggi (10-9 in fast) con Glass che fissa il punteggio sul 12-10 al timeout tecnico con un attacco di seconda. Sempre Barun impatta 13-13 murando Nikolova, imitata poi da Klineman (ace, 16-16) con Hill che trova addirittura il sorpasso sul 16-17. Controbreak di Conegliano, che va 20-17 con la pipe di Ozsoy e, dopo il timeout di Pedullà, Chirichella mura la turca e accorcia 20-19); sul 22-21, l’arbitro sanziona un fallo di Ozsoy (22-22) e le successive proteste costano un cartellino rosso (e un punto) alle venete, con Novara che va 22-23. Il finale è accesissimo: Klineman in parallela trova il primo set ball (23-24), poi anche il secondo (24-25) con un muro su Nikolova. Tocca ancora a Klineman chiudere 24-26 con un gran diagonale dopo una bella difesa di Sansonna.
Le azzurre scenderanno in campo domani, alle 19 (diretta su Rai Sport 2) contro la vincente del match tra Busto Arsizio e Modena, attualmente in corso di svolgimento.
 
IGOR VOLLEY NOVARA – IMOCO CONEGLIANO 3-1 (25-21, 27-25, 20-25, 26-24)
Igor Volley: Partenio, Klineman 17, Kim ne, Guiggi 6, Bonifacio, Chirichella 8, Sansonna (L), Alberti, Signorile 2, Hill 17, Barun 26, Zanette. All. Pedullà.
Conegliano: Glass 2, Furlan 5, Fiorin 11, Adams ne, Arimattei ne, De Gennaro (L), Boscoscuro (L), Katic ne, Ozsoy 19, Nikolova 25, Nicoletti ne, Barcellini 3, Barazza 7. All. Chiappini.