B1, il derby sorride alla Igor Volley

42
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Trova la seconda vittoria esterna del proprio campionato (dopo quella di Casale) la Igor di serie B1, che dopo le ottime prestazioni casalinghe, si conferma in trasferta battendo 1-3 (23-25, 25-20, 21-25, 19-25) il Red Volley Vercelli. Con Talamazzi indisponibile e Mio Bertolo out dopo il primo set, è stata l’occasione per confermare la crescita esponenziale delle due under 18 Masciullo e Schirò (oltre a Bosio), che stanno trovando sempre più spazio nelle rotazioni di squadra.
 
Igor in campo con Miola opposta a Bosio, Guidozzi e Mio Bertolo al centro, Masciullo e Rinaldi in banda e Prencipe libero. Le padrone di casa rispondono con Olocco opposta a Bernabè, Caneva e Dall’Acqua al centro, Quarchioni e Ndoci in banda e Garzonio libero.
 
Partono subito bene le azzurre di Ingratta, che approfittando di un inizio piuttosto contratto del Red Volley, si portano subito sul 2-8 con Guidozzi. Al rientro dopo l’interruzione obbligatoria, la Igor torna a condurre con Masciullo (2-10) e Rinaldi (9-16). Il set sembra incanalarsi sui giusti binari, ma un black out permette alle vercellesi prima di rendersi pericolose (14-20), costringendo Ingratta a chiamare timeout, poi a rientrare definitivamente grazie al doppio ace di Caneva e l’attacco di Ndoci, che vale il 18-20. Il tecnico azzurro chiama nuovamente tempo, Quarchioni completa la rimonta (21-21), Masciullo trova lo spiraglio giusto per il nuovo vantaggio (21-23), e un errore in attacco delle avversarie permette di chiudere il set 23-25.
 
Nel secondo set, il Red Volley forte della rimonta della prima frazione comincia con il piede giusto: l’ace di Ndoci vale l’8-5, Olocco in attacco (12-16) e Caneva a muro (21-14), costringono Ingratta a chiamare timeout, entra Carando al posto di Bosio, le azzurre provano a rientrare in partita 22-14 (parziale di 0-4), ma il mani fuori di Quarchioni ristabilisce la parità nel conto dei set (25-20).
 
Nella terza frazione regna il sostanziale equilibrio fino all’uno due firmato Schirò (subentrata a Mio Bertolo), Masciullo che vale il 15-16. La Igor prova a scappare con Guidozzi (16-19), Bosio e Rinaldi mantengono le distanze invariate (19-22), ci pensa poi Schirò a spegnere definitivamente la reazione d’orgoglio vercellese fissando il risultato sul 21-25.
 
L’approccio azzurro al quarto set sembra dei migliori (1-4) e (2-6), Bonollo prova a mischiare le carte in tavola e il risultato è di quelli sperati, infatti le rosse di Vercelli trovano prima l’aggancio e poi il sorpasso con Quarchioni (8-7). Le due squadre danno vita ad una serie di interventi difensivi spettacolari, le distanze rimangono minime fino a quando le padrone di casa trovano il break che le porta sul 16-12. Il turno in battuta di Miola è positivo e la Igor rientra prepotentemente piazzando un parziale di 1-7 che non lascia scampo (17-19). Il Red va in confusione (19-23) e Rinaldi può chiudere i conti (19-25).
 
A fine gara soddisfatto del risultato il tecnico Matteo Ingratta: «Abbiamo ottenuto un’altra importante vittoria che ci regala punti e fiducia in vista del prosieguo del campionato. È stata una bella prova di carattere in una serata dove non tutte le atlete erano in perfette condizioni, coloro che sono state chiamate in causa hanno dato il loro prezioso contributo. A parte qualche calo nel corso dei set, la squadra mi è piaciuta soprattutto come atteggiamento e attenzione soprattutto in difesa».
 
RED VOLLEY-IGOR VOLLEY 1-3 (23-25, 25-20, 21-25, 19-25)
Red Volley: Bernabè 3, Vodopi, Mello, Quarchioni 19, Ndoci 16, Mo ne, Garzonio (L), Dell’Acqua 5, Olocco 10, Arapi 2, Caneva 16. All. Bonollo.
Igor Volley: Carando, Rinaldi 17, Mio Bertolo, Colombo, Bosio 5, Calì ne, Masciullo 16, Baragioli (L) ne, Schirò 6, Talamazzi 1, Guidozzi 14, Prencipe (L), Miola 9. All. Ingratta.