B1, rimonta vincente a Orago

48
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Rimonta tutto cuore e grinta per la Igor di serie B1, che alla ripresa del campionato sul difficile campo di Orago, dopo essere andata sotto 2-0 trova una vittoria di carattere condotta magistralmente da Sara Anzanello all’esordio in maglia azzurra e subito decisiva con tredici punti e il 64% in attacco.
 
Ingratta si affida inizialmente a Bartesaghi opposta a Bosio, Mabilo e Tajè al centro, Masciullo e Bosetti in banda e Zannoni libero.
 
L’inizio è shock per le azzurre che si trovano subito a dover subire il servizio delle padrone di casa (9-2), al secondo timeout tecnico il vantaggio è pressoché invariato (16-8), Orago è deciso a scappare 20-11, la reazione di Masciullo e compagne arriva (21-16), ma ormai è tardi e le gialloblu chiudono 25-20.
 
Nel secondo set è ancora Orago a partire con il piglio giusto (8-4), l’inerzia non sembra cambiare e la Igor non riesce ad accorciare le distanze (16-10). Ingratta decide di inserire Anzanello (all’esordio stagionale dopo due anni e dieci mesi di inattività), al posto di Bartesaghi, il vantaggio delle padrone di casa diminuisce (19-16), l’ulteriore allungo però è della squadra di casa (23-19). A questo punto un parziale di 3-0 della Igor costringe Orago al tiemout e, al rientro in campo, le gialloblu chiudono i conti 25-23.
 
L’avvio di terzo set è più equilibrato dei primi due (8-7), la Igor con l’ingresso di Anzanello sembra galvanizzata, il 10-14 siglato da Masciullo costringe Orago a chiamare tempo, ma al rientro, le azzurre prendono il largo (12-17). Il gioco azzurro è più fluido, e la partita si riapre in un batter d’occhio (20-25).
 
Nella quarta frazione la Igor è una vera e propria schiacciasassi, Anzanello, Masciullo e Bosetti vanno a terra con continuità, (3-8, 7-16). Il parziale di 7-1 taglia letteralmente le gambe alle padrone di casa che non riescono a reagire subendo la rimonta firmata Igor (9-25).
 
Le due squadre rientrano in campo per il quinto set, ma a partire forte in controtendenza all’inerzia della gara è Orago (6-2), Ingratta chiama timeout ma la Igor non sembra trovare soluzioni (10-4). A questo punto le azzurre, a piccoli passi, tentano la risalita (12-8) costringendo l’allenatrice Bardelli a chiamare un timeout dietro l’altro fino al 13-13. Al rientro in campo la Igor è lucida e cinica a piazzare i due colpi vincenti che regalano set e vittoria (13-15).
 
«Sono molto contento per la vittoria – dichiara a fine gara il tecnico Ingratta – conoscevamo bene le loro qualità soprattutto al servizio, ma nei primi due set abbiamo subito più del dovuto in ricezione. Questo tipo di partite si vincono riuscendo a immedesimarsi nella situazione in maniera corretta. La tenacia e la voglia di portare a casa questa vittoria è stata evidente. Dobbiamo continuare a lavorare con la stessa intensità tutti i giorni per affrontare al meglio tutte le sfide che ci spetteranno».
 
Sull’esordio di Sara Anzanello invece: «È stata una serata speciale per la squadra e per lo staff – continua Ingratta – il ritorno di Sara in campo è una grande vittoria per tutti. Le ragazze in campo avevano bisogno di aiuto e lei ha risposto alla grande, devo dire che è stata impeccabile in quanto atteggiamento e approccio alla gara».
 
Progetto Volley Orago – Igor Volley 2-3 (25-20, 25-23, 20-25, 9-25, 13-15)
Progetto Volley Orago: Giordano 8, Corti 12, Blasi 1, Faverzani 13, Ghezzi, Imperiali (L), Brussino 12, Parrini ne, Bellinetto ne, Cuccinello 8, Perinelli, Tessari 11, Giammarusto. All. Bardelli.
Igor Volley: Anzanello 13, Marangon (L) ne, Courroux ne, Bosetti 15, Bartesaghi 4, Masciullo 25, Rivetti, Populini 5, Schirò ne, Zannoni (L), Mabilo 4, Bosio 6, Tajè 10. All. Ingratta.