B1, sconfitta per 3 a 1 ad Acqui Terme

62
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Dopo aver lottato per due ore le baby igorine incassano un 3 a 1 dalle padrone di casa di Acqui Terme. Due parziali lottati punto a punto e vinti ai vantaggi dalle acquesi, poi la riapertura del match  ed infine la prorompente chiusura da parte del duo Gatti e Mirabelli A. che da sole hanno messo a referto 24 punti ciascuna. 

 

Coach Ingratta, con squadra a ranghi ridotti, schiera nel sestetto titolare capitan Miolo e Parini al centro, Sgarbossa e Popolini schiacciatrici, Rapisarda al palleggio, Zirotti opposto e Basilicata libero. La Makhymo risponde con Boido e Mirabelli F. centrali, capitan Gatti e Mirabelli F. bande, Cattozzo in regia, Coatti martello e Poggi libero.

Le padrone di casa, trascinate dal sostegno del pubblico, lasciano al palo la Igor e si portano sul 4-1. Populini si scioglie in pipe, poi forza il servizio che vale il pareggio (4-4) e con Zirotti la Igor viaggia a braccetto (6-6). Dall’altra parte Mirabelli A.  tenta la prima fuga (11-8) ma Sgarbossa non ci sta ed  accorcia, ci pensa poi Roberta ad effettuare il contro-sorpasso (14-15). Il distacco fra le due formazioni varia a fisarmonica ma le prime a conquistare il set-point sono le acquesi (24-22). Parini annulla il primo, poi il muro dell’opposto trecatese vale il 24 pari. Trecate paga qualche errore nel finale e la Arredo Frigo conquista il primo parziale 27-25.

 

Si ricomincia con la stessa intensità ma questa volta le ragazze di Marenco costruiscono un importante vantaggio (8-4). Capitan Miolo prova a suonare la carica a muro (11-9), poi Popu ricuce al -1 (12-13) ma di prepotenza  Mirabelli ristabilisce la superiorità casalinga (16-12). Entra Brumat che va subito a segno (17-15), gli scambi si intensificano e Celeste strappa con i denti il diciannovesimo punto (20-19). Aqui Terme richiede la pausa sul 23-22 ed al rientro Trecate sbaglia il servizio (24-22). Come il set precedente la Igor arriva fino al 24 pari poi non riesce a concretizzare e lascia anche la seconda frazione all’Arredo Frigo (27-25).

 

Al rientro in campo le igorine non si fanno sorprendere e grazie ad Alberta si portano sullo 0-3. Capitan Gatti dal servizio fa male (5-4), poi si infiamma e mette a segno una tripletta che vale il break del sorpasso (11-9). Gullì, rimasta dentro dal secondo parziale, spinge su Sveva, poi ancora un muro di Cele ed è +3 (16-19). Roberta allunga e con apparente facilità Sgarbossa passa sopra il muro e sigla il 22-25.

 

Il quarto set è quasi tutto a senso unico: dopo il primo sorpasso casalingo (3-2) la Makhymo mantiene il vantaggio (8-6) e si conquista un solco importante a metà parziale dal 16-12 al 21-14. Con tranquillità si porta verso i titoli di coda del match con Gatti che chiude 25-19.

 

Il commento finale del primo allenatore: ““Oggi dall’altra parte della rete avevamo una squadra che seppur giovane aveva degli elementi con anni d’esperienza in categorie simili o addirittura maggiori ed infatti a differenza nostra hanno concretizzato nei primi due parziali vinti ai vantaggi. ”

 

Prosegue coach Ingratta analizzando il match: “A guardare bene i parziali siamo stati in partita sia nel primo che nel secondo set. Poi verso la fine abbiamo fatto qualche errore di troppo. Nel terzo, invece, siamo stati più costanti e siamo riusciti a mantenere un certo margine di vantaggio fino alla fine. Le ragazze sapevano che sarebbe stata una partita difficile anche perché stiamo recuperando ancora qualche infortunio ma è apprezzabile la disponibilità di tutte nell’entrare in campo al momento del bisogno.”

 

TABELLINO

Arredo Frigo Makhymo – Igor Volley Trecate 3-1 (27-25; 27-25; 22-25; 25-19)

Arredo Frigo Makhymo: Prato (L) ne, Moraschi ne, Grotteria 1, Mirabelli A. 24, Coatti 7, De Magistris ne, Mirabelli F. 7, Gatti 24, Poggi (L), Debilio ne, Barroero, Cafagno ne, Boido 7, Cattozzo 4. All. Marenco. 2° All. Visconti.  Battuta: errori 9, punti 7. Muri: 3.

Igor Volley Trecate: Rapisarda, Populini 18, Gullì 2, Brumat 5, Miolo 10, Parini 5, Basilicata (L), Formaggio, Oggioni (L) ne, Sgarbossa 19, Zirotti 7. All. Ingratta. 2° All. Alberti. Battuta: errori 9, punti 3. Muri: 12 (di cui 5 Miolo).