Capolavoro Igor: 3-0 a Conegliano

72
AGIL Volley - Immagine non disponibile

In vista dell’ormai imminente Natale, le azzurre di Luciano Pedullà si sono regalate, e hanno regalato a società e tifosi, un vero e proprio capolavoro. Nell’anticipo della decima giornata di Regular Season, infatti, capitan Guiggi e compagne hanno schiantato 3-0 la corazzata Conegliano davanti ai 2800 spettatori del Pala Terdoppio. Un risultato netto e meritato per le azzurre, capaci di disputare una gara al limite della perfezione e trascinate in difesa da una super Sansonna (premiata con merito Mvp Malizia del match) e in attacco dalla solita devastante Barun, 19 volte a segno.
 
Igor che dopo il turnover di Challenge Cup ritrova il sestetto “tipo” con Barun opposta a Signorile, Chirichella e Guiggi al centro, Hill e Klineman in banda e Sansonna libero. Ospiti schierate dal tecnico Negro con Nikolova opposta a Glass, Adams e Barazza al centro, Ozsoy e Fiorin in banda e De Gennaro libero.
 
La partita si apre con il duello tra Barun e Ozsoy (2-3) ma il primo spunto è delle venete con i tre punti consecutivi di Adams, brava a capitalizzare il turno in battuta di Ozsoy, che sul 4-8 costringono Pedullà al primo timeout del match. Barun ricuce lo strappo, Klineman pareggia in pipe (10-10) e le ospiti passano avanti con minimo scarto al timeout tecnico (11-12) prima del nuovo break propiziato da Glass (14-17) che costringe di nuovo Pedullà a fermare il gioco. Al rientro in campo sono Barun e Klineman (sul turno in battuta di Guiggi) a trovare il break del 21-18 (6-0 di parziale) mentre Conegliano spende entrambi i timeout a disposizione e cambia diagonale. Adams e Nikolova (24-23) ci provano fino alla fine, Barun chiude d’astuzia per il 25-23.
 
Ancora Adams firma il primo spunto ospite (3-4, gran primo tempo), Barun replica con un ace (5-5) e con un gran pallonetto (11-9) mentre Hill va a segno due volte e, poco dopo, Klineman porta le squadre al timeout tecnico sul 12-10. Guiggi alza la voce a muro su Nikolova e Ozsoy (15-12), Chirichella allunga in fast (17-13) e, dopo il timeout delle venete, la pipe di Ozsoy (17-15) è l’ultimo grammo di pepe sul set che, poco dopo, finisce in cassaforte sul turno in battuta di Signorile (ace con l’aiuto del nastro per il 20-15) grazie anche al muro di Barun su Nikolova e al maniout di Hill. Ci prova ancora Oszoy (22-17) ma è proprio un errore della turca che chiude il set sul 25-18 al termine di uno scambio lunghissimo.
 
Le ospiti ripartono con la novarese Barcellini tra le titolari e, spalle al muro, Conegliano gioca il tutto per tutto passando avanti 1-3 (attacco out di Barun) e 6-8 (Nikolova in maniout) prima del doppio break firmato dagli ace di Hill (9-9) e Barun (12-11 al timeout tecnico). Nuovo spunto di Conegliano con Adams e un errore di Hill (13-15) ma Chirichella mura Nikolova e rimette le cose al loro posto (16-16), poi Barazza e Ozsoy sbagliano (21-19) mentre Negro ferma il gioco. Guiggi in fast, poi un altro errore di Ozsoy e l’ultimo, vano, tentativo di Negro di fermare la corsa delle azzurre: Guiggi conquista il match ball murando Adams, Ozsoy è l’ultima a mollare (24-21) ma è un’altra fast del capitano azzurro a chiudere i conti sul 25-21.
 
Per le azzurre, adesso, un giorno di meritato riposo prima di riprendere la preparazione in vista dell’ultima giornata del girone d’andata. Nel giorno di Santo Stefano, infatti, le azzurre saranno in campo a Forlì (ore 18).
 
IGOR VOLLEY NOVARA – IMOCO CONEGLIANO 3-0 (25-23, 25-18, 25-21)
Igor Volley: Partenio ne, Klineman 13, Kim ne, Guiggi 11, Bonifacio ne, Chirichella 5, Sansonna (L), Alberti, Signorile 2, Hill 9, Barun 19, Zanette. All. Pedullà.
Imoco Conegliano: Glass 3, Furlan ne, Fiorin 3, Adams 11, De Gennaro (L) 1, Boscoscuro ne, Katic, Ozsoy 12, Nikolova 10, Nicoletti, Barcellini 3, Barazza 6. All. Negro.
MVP Malizia: Stefania Sansonna
 
N.B.: al termine della gara, Martina Guiggi è stata premiata quale miglior giocatrice Igor Volley del match dal Consorzio di Madesimo con un coupon per un weekend in Val Chiavenna.