Casalmaggiore – Igor, le interviste

103
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Luciano Pedullà (allenatore Igor Volley Novara): «Abbiamo vinto una partita difficile, contro un avversario che ha fatto di tutto per metterci in difficoltà, riuscendoci anche bene in alcuni momenti. Abbiamo dato un segnale importante sia per la reazione offerta dopo il primo set perso, sia per il modo in cui abbiamo conquistato la vittoria nel terzo e nel quarto set, lottando punto a punto e trovando lo spunto giusto nei momenti decisivi. Era molto importante partire con il piede giusto, sappiamo che dobbiamo lavorare molto e che ci aspetta un’altra partita insidiosa sabato prossimo con Firenze. Il cammino è appena iniziato…».
 
Stefania Sansonna (libero Igor Volley Novara): «Siamo molto contente di essere partite con una vittoria, anche se siamo consapevoli di dover lavorare sodo e crescere molto. Non abbiamo giocato una partita impeccabile dal punto di vista tecnico, ma abbiamo sopperito con cuore e determinazione e siamo riuscite a ribaltare la partita. Onore a Casalmaggiore che è riuscita a metterci in difficoltà, ci prendiamo tre punti importanti e guardiamo avanti, alle prossime sfide».
 
Katarina Barun (opposto Igor Volley Novara): «Non è stata una partita facile e per questo siamo molto orgogliose della vittoria e dei tre punti conquistati. Casalmaggiore è partita forte mentre noi eravamo un po’ contratte e fallose. Abbiamo avuto la forza di reagire e di cambiare volto alla gara, questo è un aspetto importante che dimostra come, a livello caratteriale, siamo già entrate nel clima campionato. Il prossimo impegno? Sarà un’altra partita insidiosa, come tutte quelle della serie A1, e abbiamo un’altra settimana di lavoro per crescere e migliorare ulteriormente».