Domani sera gara uno della finale

47
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Poche ore di attesa, poi la Igor Volley di Luciano Pedullà scenderà in campo, tra le mura amiche del Pala Terdoppio, per gara uno della finale Playoff con Casalmaggiore. Il match, che avrà inizio alle 20.30 (diretta su Rai Sport 1), sarà il primo atto della sfida che vedrà di fronte, nell’ultimo turno della “post season”, le prime due formazioni della Regular Season. Formazioni che appena tre anni fa militavano in serie B e che due stagioni or sono salivano, a braccetto, nella massima serie del volley femminile.
 
«Credo che questa sia davvero la finale più giusta – spiega il libero azzurro Stefania Sansonna – tra le due squadre che hanno messo in campo maggior continuità nel corso della stagione regolare e che hanno chiuso, non a caso, al primo e al secondo posto. Sono sicura che sarà un grandissimo spettacolo, noi ci troveremo ad affrontare una squadra molto completa, che può contare su un ottimo equilibrio tra muro e difesa e su un palleggiatore di grande esperienza. Arriviamo all’appuntamento con due stati d’animo differenti: Casalmaggiore sarà spinta dall’entusiasmo della rimonta su Conegliano e dalla consapevolezza di aver disputato fin qui una stagione eccezionale, da vera e propria rivelazione. Noi, dal canto nostro, ci portiamo dietro tutta la fiducia acquisita in questi mesi, fattore fondamentale per giocare di squadra e sopportare anche quei momenti in cui si fatica a viaggiare a pieno “ritmo”».
 
«Siamo una squadra molto umile – prosegue – e non ci interessa quanto fatto fino a oggi, siamo concentrate e pronte ad affrontare ogni partita che rimane come se fosse una battaglia. Abbiamo fatto così tutto l’anno: ci siamo godute brevemente i traguardi raggiunti per poi concentrarci subito sulla partita successiva. Siamo orgogliose del cammino fin qui svolto e ora ci teniamo a proseguire sulla stessa strada, per noi, per chi ci ha sempre seguito e sostenuto e anche per chi si è appassionato strada facendo alle nostre sorti».
 
In campo ci sarà un bel po’ di Puglia, con il “duello” tutto pugliese tra i due liberi: «Sono felice per tanti motivi. Felice perché è bello che la mia terra sia rappresentata così in una finale, felice perché credo che Imma (Sirressi, ndr) si sia meritata, assieme a tutte le sue compagne, di arrivare a giocare questa finale, proprio come ce lo siamo meritate noi. Per lei nutro una grandissima stima, oltre che una giocatrice di talento è una persona stupenda».
 
Mentre gli ultimi biglietti di Gradinata e Tribuna sono in vendita online su Booking Show, la società comunica che domani, a partire dalle 18.30, saranno messi in vendita, presso la biglietteria del Pala Terdoppio, i biglietti eventualmente ancora disponibili.