Esordio vincente in Challenge Cup

81
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Ottimo esordio in Challenge Cup per la Igor Volley di Luciano Pedullà, che sfrutta al meglio il fattore campo e si aggiudica con un secco 3-0 la gara d’andata dei sedicesimi di finale della competizione contro le francesi del Mulhouse.
 
Visti i ritmi serrati del campionato, Pedullà sfrutta il turno di Coppa per effettuare un ampio turnover a partire dal sestetto di partenza, con Barun opposta a Signorile, Guiggi e Chirichella al centro, Partenio e Hill in banda e Alberti libero. Ospiti schierate con Faesch in regia e Lazarevic opposta, Albu e Trach al centro, Niemer e Bokan in banda e Bousquet libero.
 
Due muri di Chirichella e Partenio e il maniout di Barun lanciano la Igor sull’8-5 al primo timeout tecnico, prima della diagonale di Hill e del muro di Chirichella su Bokan che valgono il 16-12 alla seconda sosta obbligatoria. Le francesi mollano, nonostante l’allenatrice chiami per due volte timeout, Chirichella in primo tempo (19-13) e Partenio mette al sicuro il set sul 22-13. Nel finale, ace di Chirichella che vale il set-ball e giochi chiusi da Barun pochi secondi dopo sul 25-15.
 
Mulhouse riparte cambiando diagonale (dentro Plum e Tsekova), Barun firma il primo break sul 3-0 subito seguita dall’ace di Chirichella (5-2) che costringe Magail a chiamare subito timeout. Rientra Mulhouse (8-6), Pedullà inserisce anche Bonifacio per Chirichella ed è partenio a firmare il nuovo allungo in maniout (13-8) prima della parallela di Hill che porta le squadre al secondo timeout tecnico sul 16-10. Novara non si ferma più: ace di Barun per il 20-13 e fast di Guiggi che avvicina il traguardo (23-14) tagliato poi dalla doppietta di Signorile che ferma lo score sul 25-18.
 
Igor con Bonifacio e Zanette dall’inizio nel terzo set, che è aperto solo fino al primo timeout tecnico (8-6) poi la Igor scappa con Barun (doppietta per il 12-8) e Partenio (pipe), mentre le ospiti perdono lucidità e sbagliano tanto (16-9 al secondo stop obbligatorio). Zanette va a segno in diagonale (19-10) mentre torna in campo Chirichella per capitan Guiggi; cambia volto la Igor ma non cambia la musica: proprio la centrale azzurra mette a terra il 22-11 e il 24-11 con due fast vincenti, poi Partenio chiude il match con il maniout del 25-11.
 
Fra sette giorni a Mulhouse (inizio ore 20) il ritorno, mentre per la Igor il prossimo impegno sarà domenica alle 18 al Pala Terdoppio contro Bergamo.
 
IGOR VOLLEY NOVARA – ASPTT MULHOUSE 3-0 (25-15, 25-18, 25-11)
Igor Volley
: Partenio 9, Klineman ne, Kim ne, Guiggi 6, Bonifacio 2, Chirichella 12, Sansonna (L) ne, Alberti (L), Signorile 3, Hill 9, Barun 13, Zanette 4. All. Pedullà.
Asptt Mulhouse: Bokan 2, Niemer 7, Trach 3, Lazarevic 1, Bousquet (L), Soldner, Plum 3, Diarra ne, Faesch, Cely ne, Tsekova 7, Albu 10. All. Magail.