Giovanile, le azzurrine partono forte

55
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Inizio di 2015 positivo per le formazioni giovanili della Igor Volley che, nei vari tornei di categoria svolti durante il periodo festivo, si sono ben distinte. Gradino più alto del podio, per la formazione under 16 al “Bear Wool Volley”, prestigiosa manifestazione organizzata su tutta la provincia biellese, ha visto le ragazze guidate da Stefano Colombo vincere in finale contro il Red Volley Villata 2-0 (26-24, 25-12) e bissare il successo della scorsa edizione.
 
In contemporanea è scesa in campo la formazione under 14 allenata da Marcello Musa, che ha chiuso la sua esperienza al “Bear Wool Volley” al nono posto, dopo aver vinto la finalina 9-10 posto con il Csi Chatillon 2-0 (25-7, 25-12).
 
Belle soddisfazioni sono arrivate anche dai riconoscimenti individuali, che hanno visto premiate per la categoria under 14 Emma Brugnani, come miglior palleggiatrice, e per la categoria under 17 Marta Gullì, sempre come miglior palleggiatrice di categoria, e Celeste Miolo come miglior giocatrice del torneo.
 
Nella giornata di ieri invece, si è svolto il “Memorial Leila” in quel di Castelletto Ticino, manifestazione dedicata alle formazioni under 16, secondo posto per la Igor, allenata dal duo Pesce-Ingratta. Dopo aver superato con il medesimo risultato di 2-0 Castelletto e Gallarate, le azzurrine hanno perso in finale con la quotata Omegna per 2-1.
 
Gioie anche per la formazione under 13 “Azzurra” che in un torneo amichevole organizzato dalla Gessi Valsesia, si è piazzata al primo posto sbaragliando la concorrenza della squadra di casa e delle altre compagini partecipanti.
 
Di seguito il commento degli allenatori post-torneo:
 
Stefano Colombo (Allenatore under 16 Regionale): «Abbiamo disputato un ottimo Bear Wool Volley, senza mai perdere nemmeno un set. Le ragazze sono state brave a mantenere alta la concentrazione, è stato un torneo lungo e molto dispendioso, ma grazie a questo c’è stata la possibilità di utilizzare tutta la rosa».
 
Marcello Musa (Allenatore under 14): «Peccato aver perso gli ottavi di finale ed essere finiti nella seconda fascia. È stata comunque un’esperienza importante per il nostro percorso di crescita, sono convinto che le sconfitte servano tanto quanto le vittorie, per poter continuare a migliorare sempre di più».
 
Roberto Pesce: (Allenatore in seconda under 16): «Il percorso di crescita delle ragazze continua, e questo è l’aspetto più importante. Abbiamo disputato delle buone partite, confrontandoci anche con squadre tecnicamente un po’ più avanti di noi come Omegna, la reazione è stata molto positiva. Sia io che Matteo Ingratta siamo soddisfatti del livello di gioco espresso».