Igor, impresa che vale il sorpasso: azzurre ai Playoff di Champions

48
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Impresa pazzesca per la Igor Volley di Massimo Barbolini, che con una partita praticamente perfetta archivia la qualificazione ai Playoff di Champions League. Successo per 3-1 su Conegliano e sorpasso per Egonu (top scorer del match con 29 punti) e compagne ai danni delle venete con tanto di primato nella Pool B ottenuto in extremis. Azzurre qualificate dunque con le altre tre prime, Blaj, Kazan e Vakifbank, e alle due migliori seconde: proprio Conegliano e le svizzere di Zurigo. Se una di queste formazioni organizzerà la Final Four, sarà ripescata il Galatasaray, terza miglior seconda.

Igor in campo senza sorprese con Egonu in diagonale a Skorupa, Chirichella e Gibbemeyer al centro, Piccinini e Plak in banda e Sansonna libero; Conegliano replica con Wolosz in regia e Fabris opposta, De Kruijf e Danesi centrali, Bricio e Hill schiacciatrici e De Gennaro libero.

Parte forte Novara (3-0, diagonale di Plak) che passa avanti 8-6 al timeout tecnico con Piccinini e poi allunga 12-9 con una magia di seconda di Skorupa, mentre le ospiti perdono De Kruijf e inseriscono Folie. Plak scappa (14-9), Chirichella mantiene le distanze al secondo timeout tecnico (16-12) e due ace di Egonu propiziano il 22-13 mentre Santarelli cambia diagonale e manda in campo anche Cella. Finisce 25-16 sulla diagonale a segno di Plak.

Conegliano con Folie in sestetto e la reazione delle venete è veemente e vale il 5-8 al primo timeout tecnico, con Egonu e Danesi (ace per entrambe) che duellano in battuta per il 7-10 e Fabris che trova in diagonale l’8-12 che costringe al timeout Barbolini. Massimo vantaggio ospite al secondo timeout tecnico (11-16), Chirichella in battuta rientra (14-16, ace) e nonostante il timeout di Santarelli la Igor (con una Enright in più nel motore) impatta pochi scambi dopo con Vasilantonaki a segno appena entrata e Chirichella che mura Fabris (21-21). Si innesca un lungo punto a punto con Danesi e Fabris a tenere in gioco le venete prima che due punti in successione di Chirichella (29-27) regalino alla Igor il set della qualificazione.

C’è Enright nel sestetto azzurro ma sono ancora le ospiti a partire meglio con Hill che firma il 5-8 al primo timeout tecnico con Bricio che allunga lo “strappo” sul 5-9 in pipe e poi con una gran diagonale sul 7-11 mentre Barbolini ferma il gioco. Egonu va in battuta e ricuce siglando una vera e propria “magia” per l’11-11 e dopo il timeout di Santarelli le azzurre sorpassano e passano avanti 16-14 al secondo timeout tecnico con il muro di Chirichella su Bricio. Danesi si rifà a muro (17-17), rientra Piccinini ma Hill fa il break in battuta (19-22) che si rivelerà poi decisivo: Egonu è l’ultima ad arrendersi (23-24) prima del punto di Fabris che vale il 2-1 (23-25).

Il quarto set è un nuovo assolo, sulla falsariga del primo: Chirichella in battuta “spacca” il parziale (da 4-3 a 9-3 con due ace) e Conegliano non riesce a rientrare nonostante i tentativi di Hill (12-6) e Wolosz (ace, 12-7). Azzurre avanti anche al secondo timeout tecnico (16-10 con Piccinini a segno), Fabris ci prova (16-12) ma Egonu riprende la marcia e Chirichella a muro su Bricio costringe al timeout Santarelli e, di fatto, chiude in anticipo il match (20-14). Nel finale, una magia di Skorupa e un tocco vincente di Plak valgono il match ball (24-14) che la stessa olandese, dopo due tentativi, trasforma per il 25-14.

Massimo Barbolini (allenatore Igor Volley Novara): “Battere due volte il Fenerbahce e poi superare Conegliano nel girone è un ottimo risultato, quando ci sono stati i sorteggi e abbiamo visto il girone sapevamo che sarebbe stato duro e pieno di battaglie. Bello essere pienamente in corsa su due fronti, sia in campionato sia in Champions League e ora arriverà una sfida affascinante per conquistare un posto in Final Four”.

Paola Egonu (opposto Igor Volley Novara): “Siamo orgogliose per quanto fatto, abbiamo compiuto una vera e propria impresa chiudendo da prime il girone e abbiamo chiuso con una vittoria importante nello scontro diretto. Ora ci aspettano i Playoff di Champions League, che affronteremo con un solo obiettivo: ottenere un “pass” per la Final Four”.

Igor Volley Novara – Imoco Volley Conegliano 3-1 (25-16, 29-27, 23-25, 25-16)

Igor Volley Novara: Vasilantonaki, Camera ne, Plak 14, Gibbemeyer 6, Enright 5, Skorupa 3, Bonifacio ne, Chirichella 14, Sansonna (L), Piccinini 6, Zannoni, Egonu 29. All. Barbolini.

Imoco Volley Conegliano: Bricio 8, Fiori (L) ne, Lee ne, De Kruijf, Cella, Folie 6, Melandri ne, De Gennaro (L), Danesi 11, Fabris 15, Wolosz 2, Hill 13, Nicoletti, Bechis. All, Santarelli.