Igor – Schweriner 1-3, le interviste

45
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Luciano Pedullà (allenatore Igor Volley): «Abbiamo disputato una pessima partita, sono molto scontento di come si sia affrontato questo incontro. Quando si fanno tutti questi errori qualcosa non va, motivazione e attenzione sono state praticamente nulle, in queste occasioni un allenatore si sente davvero impotente. Ero consapevole del fatto che se non avessimo affrontato la gara nella maniera corretta avremmo potuto avere dei grossi problemi, così è stato. Aver vinto il primo set è stato forse controproducente, abbiamo mollato mentalmente e tra una settimana dovrà essere tutta un’altra partita».
 
Felix Koslowski (allenatore Schweriner SC): «Siamo davvero contenti di questo risultato, a fine gara abbiamo guardato il tabellone più di una volta prima di renderci conto di quello che avevamo appena fatto. Tutti conoscono la forza di questa squadra, voglio fare i complimenti a Novara per la vittoria della Coppa Italia, per noi è davvero un orgoglio aver ottenuto questo risultato. In casa nostra ci sarà un palazzetto caldo e pieno di tifosi, che ci sosterranno: sappiamo che sarà comunque durissima, nonostante questa vittoria, ma ci proveremo fino alla fine».
 
Mina Kim (palleggiatrice Igor Volley): «Dopo le fatiche della Coppa Italia, c’è stato un evidente calo non del tutto giustificabile. Troppi errori hanno condizionato la nostra gara, una squadra come la nostra non può permettersi di sbagliare una partita di Coppa come questa, abbiamo ricevuto male e non siamo state in grado di trovare soluzioni in attacco per essere più incisive con la palla alta. Sicuramente il dispendio di energie psicofisiche del weekend appena trascorso ha influito, ma dovremo rimetterci subito in carreggiata perché in Germania non saranno ammessi passi falsi».