Il 2015 si apre con un bel successo

64

Decimo successo stagionale per la Igor Volley di Luciano Pedullà, che davanti ai 3500 spettatori del Pala Terdoppio supera con un secco 3-0 Casalmaggiore, terza forza del campionato. Un successo tanto netto quanto importante per le azzurre, che fanno i conti anche con l’infortunio alla caviglia occorso ad Alix Klineman a fine primo set. Al suo posto, l’ingresso decisivo di Laura Partenio, premiata con merito Mvp dell’incontro.
 
Igor che si presenta in campo con il sestetto consueto, con Barun opposta a Signorile, Chirichella e Guiggi al centro, Hill e Klineman in banda e Sansonna libero; ospiti schierate con Bianchini opposta a Skorupa, Stevanovic e Gibbemeyer al centro, Tirozzi e Ortolani in banda e Sirressi libero.
 
Il primo break lo firma Ortolani (2-4) ma il turno in battuta di Klineman (4-4, ace) vale il sorpasso con la Igor che allunga con Hill fino all’8-5 che costringe Mazzanti al timeout. Igor avanti anche al timeout tecnico con l’errore di Bianchini (12-9), poi due muri di Klineman su Stevanovic (16-10) aumentano il gap mentre Mazzanti ferma nuovamente il gioco e cambia diagonale, inserendo Agrifoglio e Zago. Non si ferma la Igor, fino al 25-14: muro di Chirichella e Klineman con l’americana che ricade male sul piede destro e si procura un infortunio alla caviglia.
 
Si riparte con Partenio in sestetto e due muri di Stevanovic a regalare alle ospiti il primo break sul 6-8; è proprio la neoentrata, con tre missili a segno, a ricucire lo strappo e a firmare, dopo il muro di Barun, il 12-10 che porta le squadre al timeout tecnico. Tirozzi spara out (15-12), Zago ricuce con l’ace del 16-16 prima che un’altra “doppietta” di Partenio lanci il nuovo break azzurro (20-17, poi 21-18 con Guiggi in fast) con Mazzanti che chiama per due volte timeout. Stevanovic mura Guiggi (21-21) e innesca il lungo punto a punto rotto, sul 26-25, dal muro decisivo di Guiggi su Ortolani, che chiude il set sul 27-25 e regala il set alle azzurre.
 
Sull’onda dell’entusiasmo, la Igor parte fortissimo nel terzo set con Partenio (4-2, poi 7-2) e Barun (ace del 9-2) che costringono al timeout Mazzanti che, poco dopo, si gioca anche la carta Gennari per Tirozzi. Barun firma il 12-4 al timeout tecnico, Pedullà da spazio a Bonifacio per Chirichella mentre Hill, a muro e poi in attacco, porta lo score sul 16-6. Guiggi (muro su Zago per il 21-8) e Hill (pipe del 22-8) avvicinano il traguardo; gli errori di Bianchini (24-8) e di Stevanovic (25-9 con il servizio in rete) chiudono set e match.
 
La Igor tornerà al lavoro già lunedì in vista della trasferta di domenica prossima a Firenze. Non ci saranno Sara Bonifacio ed Elisa Zanette, aggregate da questa sera alla nazionale under 20 in vista delle qualificazioni ai Mondiali di categoria in programma dall’8 all’11 gennaio a Milano. Al loro posto, saranno aggregate alla prima squadra della Igor Volley Sara Rinaldi e Giulia Mio Bertolo, rispettivamente schiacciatrice e centrale del team di B1 azzurro.
 
IGOR VOLLEY NOVARA – POMÌ CASALMAGGIORE 3-0 (25-14, 27-25, 25-9)
Igor Volley: Partenio 12, Klineman 5, Kim ne, Guiggi 11, Bonifacio, Chirichella 5, Sansonna (L), Alberti, Signorile 1, Hill 12, Barun 14, Zanette ne. All. Pedullà.
Casalmaggiore: Ortolani 9, Skorupa 1, Bianchini 5, Sirressi (L), Gennari 2, Quiligotti (L) ne, Gibbemeyer 5, Agrifoglio, Klimovich 2, Zago 4, Stevanovic 5, Tirozzi 1. All. Mazzanti.
MVP Malizia: Laura Partenio