Il CT Marco Bonitta ospite del Volleyrò

75
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Una gradita sorpresa da parte di un ospite inatteso. Tra lo stupore delle ragazze che si stavano allenando e dei genitori in tribuna che osservavano le loro figlie, ieri sera ha fatto il suo ingresso al PalaFord Marco Bonitta. Dopo un abbraccio fraterno con Luca Cristofani e un saluto a tutti i dirigenti e agli allenatori della società romana, il commissario tecnico della nazionale femminile si è seduto vicino ad Andrea Scozzese per osservare da vicino le giocatrici mentre si allenavano.

“Ho mantenuto una promessa fatta ad Andrea Scozzese durante il Mondiale a Roma – confessa Bonitta – e, appena ne ho avuto la possibilità, sono venuto a osservare le ragazze allenarsi. Conosco bene la realtà del Volleyrò e apprezzo il grande lavoro che stanno facendo con le giovani pallavoliste. Il Volleyrò è un esempio in Italia di come si possa far crescere la pallavolo giovanile. Molte ragazze che sono qui quest’anno o che ci sono state nelle stagioni precedenti gravitano nel giro delle nazionali giovanili. La stessa nazionale maggiore che alleno presto avrà bisogno di un ricambio generazionale, sempre nel rispetto delle giocatrici più esperte che hanno dato tanto alla maglia azzurra. È una riflessione che andrà fatta in ottica olimpica. Ricordo ancora benissimo l’affetto e il sostegno che abbiamo ricevuto dai tifosi romani durante le partite disputate nella Capitale e vorrei ringraziare tutti anche per la perfetta organizzazione. È stata un fantastico antipasto di quello che avremmo trovato poi nelle altre città. Il successo di pubblico e di consensi che ha avuto l’Italia conta tanto quanto il quarto posto finale. Era un obiettivo che ci eravamo prefissati”.

Finito l’allenamento, Bonitta si è fermato a parlare con le ragazze dispensando consigli e, chissà, forse dando a qualcuna l’appuntamento a presto, magari con la maglia della nazionale maggiore.