Il punto col preparatore Da Lozzo

53
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Prosegue il lavoro in palestra per la Igor Volley, con il gruppo “misto” composto da atlete della serie A1 e della serie B1 che procede, agli ordini di Daniele Adami e del suo staff, con il lavoro di preparazione in vista della nuova stagione. Lunedì si unirà al gruppo anche la regista Francesca Bosio, reduce dai mondiali under 23 chiusi al sesto posto con la nazionale azzurra.
 
«Stiamo vivendo una preparazione un po’ anomala – spiega il preparatore atletico Marco Da Lozzo, uno dei volti nuovi dello staff azzurro – come è d’altra parte comprensibile, visto che a disposizione per il momento abbiamo solo tre giocatrici della prima squadra mentre il grosso del gruppo con cui stiamo lavorando è composto da ragazze molto giovani. Da qui la necessità di impostare un lavoro specifico che consenta a tutte di lavorare in maniera adeguata, senza “shock” per chi non è ancora abituata ad attività di questo tipo. Poco alla volta, stiamo inserendo lavori funzionali e di tecnica sulla base di questo periodo che è prettamente fisica e atletica».
 
Nei primi giorni la squadra ha anche sostenuto dei test atletici: «Se quelli delle più giovani risultano, comprensibilmente, disomogenei e lasciano un po’ il tempo che trovano, devo dire che i test svolti dalle ragazze della prima squadra sono davvero soddisfacenti. Tutte e tre si sono fatte trovare in ottime condizioni e hanno mantenuto poi, anche riguardo al lavoro in palestra, un approccio ottimale: nonostante la situazione anomala, ci stanno dando dentro. Vogliono farsi trovare pronte, nelle migliori condizioni, quando man mano il gruppo si andrà ampliando e completando».
 
Per te si tratta di una realtà nuova, come è stato l’impatto? «Sicuramente molto buono, in palestra il lavoro con il resto dello staff è ottimale e anche la collaborazione è molto positiva. Pur a distanza, c’è poi un rapporto di costante interscambio con Luciano Pedullà, che segue con grande attenzione le fasi della preparazione, mentre in palestra al mio fianco ho anche Roberto Pesce (preparatore atletico del settore giovanile, ndr) oltre al resto dello staff di A1 e B1 e questo è un ulteriore aiuto».