Impresa in rimonta a Busto Arsizio!

52
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Impresa in rimonta per le azzurre di Massimo Barbolini, che colgono il decimo successo in altrettanti match giocati in campionato, al termine di due ore e mezza di battaglia a Busto Arsizio: sotto 2-0, la Igor ha reagito al meglio trascinata dalla solita Egonu (33 punti per lei) e dall’ingresso in campo dell’argentina Nizetich, protagonista con 13 punti e due muri pesantissimi nel finale di quarto set. Bene anche Bartsch-Hackley, autrice di 23 punti.

Padrone di casa in campo con Orro in regia e Grobelna in diagonale, l’ex Bonifacio e Berti al centro, Herbots e Gennari in banda e Leonardi libero. Novara risponde con Egonu opposta a Carlini, Chirichella e Veljkovic centrali, Bartsch-Hackley e Plack schiacciatrici e Sansonna libero.

Di Novara il primo break del match (3-5), Egonu mantiene le distanze a muro (6-8) ma Berti rientra e impatta sull’8-8 con le azzurre avanti di nuovo con Plak dopo una gran difesa di Egonu (9-11). Gennari impatta (11-11), Bonifacio sorpassa (12-11) e il punto a punto è rotto da un errore di Egonu (18-16) che si riscatta prontamente, dopo il timeout di Barbolini, con l’ace del 18-19. Il set prosegue testa a testa, con Novara che sciupa troppo e Busto che arriva per prima al set ball (24-23, Grobelna) e dopo il maniout di Egonu (24-24) sono una parallela di Gennari (25-24) e un fallo chiamato alla Igor in costruzione (26-24) a chiudere il set per le padrone di casa.

Si riparte da Carlini (4-6) e Veljkovic (6-8, primo tempo), due muri di Egonu su Gennari e Herbots valgono il 7-11 con Mencarelli che ferma il gioco; al rientro in campo Bartsch-Hackley (ace, 7-13) prosegue il break interrotto poi da un muro di Bonifacio (10-14) e azzerato dai turni in battuta di Orro e Herbots con l’ace della belga che vale il sorpasso sul 16-15. Busto scappa fino al 22-18 (ace di Gennari), Novra reagisce e rientra con Egonu (22-21) e Veljkovic (muro su Gennari, 22-22) e sorpassa addirittura con l’errore in attacco di Herbots (22-23). Plak sciupa tutto (muro di Orro, 24-23) e ai vantaggi le azzurre annullano cinque set ball prima di perdere 30-28 con un attacco in rete di Veljkovic.

Barbolini si gioca la carta Nizetich in sestetto e dopo il tentativo di break di Busto (5-4 con Grobelna a segno dopo l’ennesima gran difesa di Leonardi) ma Chirichella alza la voce a muro (5-8) e Carlini fa altrettanto “stoppando” Gennari per il 6-11. Due ace di Nizetich per il 7-14, Bartsch-Hackley scappa 7-16 in diagonale mentre Busto usa tutti e due i timeout con Bonifacio che prova a reagire murando Egonu (12-17) ma Novara non si scompone e macina punti con Nizetich che avvicina il traguardo con l’attacco del 15-23. Chiude un tocco chirurgico di Bartsch-Hackley, per il 19-25.

Si riparte punto a punto, con Grobelna (6-5) che duella con Egonu (8-8, maniout) e Bartsch-Hackley che fa due volte break (8-9 a muro, poi 9-11 in diagonale dopo una gran difesa di Sansonna) mentre Grobelna impatta nuovamente 12-12. Si procede punto a punto, un ace di Orro e due punti di fila di Grobelna valgono il 19-16 e un errore di Egonu segna il +4 per Busto, con Barbolini che ferma il gioco; Veljkovic mura Grobelna (21-19), Nizetich replica (23-21) e sul turno in battuta della centrale serba le azzurre impattano 23-23 e, dopo aver annullato il match point di Grobelna (24-23), sorpassano con Nizetich (24-25) e un ace di Egonu (24-26).

Il tie-break è tutta di marca azzurra: Bartsch-Hackley fa 2-4 in lob, Egonu allunga in diagonale (2-5) e dopo la reazione di Grobelna (4-5) arriva l’ace di Veljkovic che manda le squadre al cambio campo sul 5-8. Novara non si ferma più, Nizetich fa 6-11 dopo un gran recupero di Chirichella e la centrale napoletana avvicina il traguardo in primo tempo (7-12) con Veljkovic che mura Bonifacio e conquista il match ball (8-14): chiude, al terzo tentativo, Bartsch-Hackley con un lob chirurgico (10-15).

Massimo Barbolini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Sono molto contento per il risultato e per come la squadra abbia dimostrato, una volta di più, di avere cuore. Complimenti alle ragazze per aver trovato le risorse e le forze per ribaltare una partita che sembrava in mano alle nostre avversarie, oggi è stata una delle partite più belle della stagione e questo è merito di entrambe le squadre. Complimenti a Busto per il cammino che sta facendo, per noi è una vittoria davvero importante”.

Yamila Nizetich (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara): “Busto Arsizio ci ha messo molto in difficoltà dall’inizio, lavorando al meglio con la correlazione muro-difesa. Nel corso dei set abbiamo cercato di migliorare e crescere in tutti i fondamentali e abbiamo iniziato a fare il nostro gioco. Sono due punti importantissimi per noi, considerato come era iniziato il match e il valore dell’avversario affrontato”.

Unet E-Work Busto Arsizio – Igor Gorgonzola Novara 2-3 (26-24, 30-28, 19-25, 24-26, 10-15)
Unet E-Work Busto Arsizio
: Piani ne, Peruzzo 1, Herbots 15, Grobelna 26, Gennari 12, Cumino, Orro 5, Leonardi (L), Bonifacio 12, Meijners ne, Berti 5, Botezat ne. All. Mencarelli.
Igor Gorgonzola Novara: Carlini 4, Stufi ne, Camera ne, Plak 7, Nizetich 13, Chirichella 7, Sansonna (L), Piccinini, Bici ne, Bartsch-Hackley 23, Zannoni, Veljkovic 9, Egonu 33. All. Barbolini.