La B1 sfiora l’impresa in trasferta

95
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Finisce al tiebreak il 2014 della Igor Volley di serie B1, sconfitta al termine di una battaglia durata oltre due ore, dalla Tecnoteam Albese 3-2 (25-18, 20-25, 26-28, 25-22, 15-11), quarta forza del campionato.
 
La Igor scende in campo con Miola opposta a Bosio, Guidozzi e Mio Bertolo al centro, Talamazzi e Rinaldi in banda e Prencipe libero. Le padrone di casa rispondono con Gobbi opposta a Baradel, Moraghi e Bottinelli al centro, Castelli e Franco in banda e Ronchetti libero.
 
Inizia la gara e la Tecnoteam Albese si porta subito sull’8-3, le ragazze di Ingratta provano a rientrare ma il gap aumenta (18-10), le distanze non variano, fino al punto decisivo di Castelli che chiude il set sul 25-18.
 
Al rientro sul terreno di gioco, le azzurre iniziano nella maniera migliore portandosi avanti 7-10 e 10-16. Le ospiti provano a cambiare qualcosa, ma la difesa azzurra è attenta, Gobbi prova a far rientrare le sue in partita (18-21), ma Rinaldi e compagne non regalano nulla chiudendo il set 20-25, che ristabilisce la parità assoluta.
 
Nel terzo set si gioca punto a punto, il muro di Schirò (subentrata a Mio Bertolo) vale il 6-8, al secondo timeout tecnico è Albese a condurre 16-15. L’ace di Bosio e il muro di Schirò, valgono la parità (20-20), Talamazzi guida il sorpasso (22-23), ma un susseguirsi di errori da una parte e dall’altra prolungano il set ai vantaggi: la grinta azzurra fa la differenza, 26-28 e sorpasso nel conto dei set 1-2.
 
Nel quarto set è ancora la Igor a condurre (6-8), le azzurre sembrano aver trovato la giusta quadratura in campo, Albese sembra accusare il colpo, alla seconda interruzione obbligatoria il distacco è più ampio (10-16), ma le padrone di casa non mollano e rientrano in partita accorciando sul 13-16 e trovando la parità poco dopo (19-19). Ingratta chiama tempo, qualche minuto dopo Masciullo (entrata al posto di Miola) allunga nuovamente sul 20-22, la Tecnoteam non molla e ritrova la parità con il muro del capitano Franco. È  ancora la numero quindici di casa a siglare i punti finali che valgono il set (25-22) e la nuova parità.
 
È  nuovamente il quinto set giudice finale della Igorine, che iniziano forte portandosi subito sull’1-3. La Tecnoteam torna a farsi sotto (5-5), ed il set prosegue in assoluta parità fino al break delle stesse padrone di casa che si portano avanti 10-7, cruciale per amministrare e trovare lo strappo definitivo nuovamente con Franco, che fissa il risultato sul 15-11 e regala i due punti alle albesine.
 
Un solo punto invece per la Igor, che esce dal difficile campo di Alba con Cassano a testa alta: «Sono soddisfatto dell’atteggiamento generale della squadra – commenta a fine gara Matteo Ingratta – le ragazze hanno combattuto su ogni pallone, è stata una partita giocata a viso aperto contro un avversario di assoluto valore, sia in termini tecnici, che di correttezza e sportività. Non è mai bello perdere, ma ci sono stati degli aspetti positivi da cui dobbiamo ripartire dopo la sosta».
 
 
TECNOTEAM ALBESE – IGOR VOLLEY 3-2 (25-18, 20-25, 26-28, 25-22, 15-11)
Tecnoteam Albese
: Baradel 6, Bottinelli 12, Gobbi 26, Colonna 1, Ronchetti (L), Moraghi 9, Losa ne, Redaelli 2, Galigani 5, Franco 20, Bossi ne, Castelli 2. All. Cairoli.
Igor Volley: Carando ne, Rinaldi 16, Mio Bertolo, Colombo ne, Bosio 6, Calì ne, Masciullo 8, Baragioli (L) ne, Schirò 9, Talamazzi 22, Guidozzi 13, Prencipe (L), Miola 9. All. Ingratta.