I playoff iniziano con un k.o. al tie-break con Chieri

643

Comincia con un k.o. interno l’avventura nei playoff della Igor Volley di Lorenzo Bernardi, che cede al tie-break, dopo due ore e mezza di battaglia, contro Chieri. Decisivo l’avvio negativo di tie-break per spezzare un equilibrio che aveva visto le azzurre sotto due volte e due volte capaci di riportare il punteggio in parità. Novara mastica amaro per il terzo parziale, con una grande occasione sciupata sul 23-22 per poi cedere ai vantaggi, e ora dovrà vincere sabato sera (ore 20.30, diretta RaiSport) a Torino per riportare la serie alla bella.

Igor in campo con Akimova opposta a Bosio, Danesi e Bonifacio centrali, Bosetti e Markova schiacciatrici e Fersino libero; Chieri con Malinov in regia e Grobelna in diagonale, Zakchaiou e Gray al centro, Kingdon e Skinner in banda e Spirito libero.

Chieri parte forte con l’ace di Grobelna (3-5) e il primo tempo di Zakchaiou, dopo il timeout di Bernardi Bonifacio rientra (7-9, primo tempo) ma due ace di Malinov rilanciano le ospiti sul 7-12. Novara ci prova fino al 15-17 (maniout di Markova), poi Chieri scappa via sul turno in battuta di Kingdon (16-22, ace) e l’errore in attacco di Bosetti chiude il parziale sul 18-25.

Chieri riparte forte, sul 6-9 Szakmary entra e porta equilibrio, favorendo la rimonta azzurra con Akimova che fa 8-9 in diagonale e poi la stessa ungherese a segno per l’11-10 in diagonale. Bonifacio in primo tempo fa 17-15, Skinner sbaglia (19-16) e Akimova lancia le sue sul 21-17 prima del muro di Danesi che vale il set point (24-17). Chiude un maniout di Szakmary (25-17) per l’1-1.

Con Szakmary in sestetto, Novara ci prova e dopo un break ospite (2-5, Zakchaiou a segno), le azzurre rientrano con il muro di Bosetti (6-7) e l’attacco di Akimova (7-7) con la stessa Bosetti che poco dopo fa 9-8. Altro break ospite (9-11) ma Danesi “stoppa” Kingdon e mette nuovamente la freccia sul 16-14 mentre l’ex Morello entra e sigla l’ace del 17-17, innescando un punto a punto serrato in cui entrambe le formazioni sfruttano ogni cambio palla. Sul 23-22 (primo tempo di Danesi), Bosetti sciupa la palla del 24-22 facendosi murare e ai vantaggi è Zakchaiou a invertire l’inerzia (26-27, primo tempo) con Grobelna che firma il successivo maniout per il 26-28.

Ci pensa Szakmary a tenere a galla le sue (3-1, poi 7-3) e Chieri fatica a rientrare in partita con Bregoli che sul 12-7 cambia anche la diagonale principale. Bonifacio tiene le distanze (17-12), Omoruyi entra e accorcia (17-14) con Chieri che si avvicina fino al 18-17 prima del nuovo break novarese propiziato da Bonifacio (ace, 20-17) e dalla solita Szakmary (21-17). Finisce 25-19, con l’ace dell’ungherese.

Chieri reagisce al meglio nel tie-break e va subito 0-3 mentre Bernardi ferma il gioco; ace di Grobelna (2-6) e poi di Skinner (3-8) con Weitzel che in battuta trova anche il 5-11 mentre Novara non riesce a reagire. Chiude i giochi un maniout di Skinner, sull’8-15.

Caterina Bosetti (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara): “Credo che abbiamo commesso troppi errori, siamo mancate in quello ma anche in battuta: abbiamo spinto poco nei set che non siamo riuscite a portare a casa e questo ha pesato. Per il resto è stata una sfida tra due squadre che hanno difeso e murato tanto e che in attacco hanno trovato buone soluzioni. Su queste cose dobbiamo lavorare in vista della partita di sabato, per riportare la serie a Novara”.

Igor Gorgonzola Novara – Reale Mutua Fenera Chieri 2-3 (18-25, 25-17, 26-28, 25-19, 8-15)
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 13, Guidi (L) ne, Bosio 1, Bartolucci, De Nardi, Buijs ne, Fersino (L), Bosetti 18, Chirichella, Danesi 13, Bonifacio 10, Akimova 20, Markova 2, Kapralova ne. All. Bernardi.
Reale Mutua Fenera Chieri: Rolando, Morello 1, Spirito (L), Skinner 16, Jatzko ne, Grobelna 23, Kingdon 8, Anthouli 3, Gray 9, Kone (L) ne, Omoruyi 3, Zakchaiou 12, Weitzel 1, Malinov 3. All. Bregoli.
MVP Kaja Grobelna