I Playoff partono in salita: azzurre sconfitte 3-0 a Siena

142
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Partono in salita i Playoff della Igor Volley di Massimo Barbolini, sconfitta con un secco 3-0 a Siena da Firenze nel primo match dei quarti di finale. Azzurre condannate dai troppi errori e da una prestazione non al livello delle rivali toscane, praticamente inarrestabili in attacco e impeccabili nella correlazione muro-difesa. Sabato sera al Pala Igor servirà una vittoria per portare la serie allo spareggio.

Caprara sceglie Lippmann opposta a Dijkema, Popovic e Alberti centrali, Daalderop e Sorokaite schiacciatrici e Parrocchiale libero; senza Sansonna, bloccata da problemi alla schiena, Barbolini si affida a Carlini in regia con Egonu in diagonale, Veljkovic e Chirichella al centro, Bartsch-Hackley e Nizetich in banda e Zannoni libero.

Bartsch-Hackley fa il primo break in maniout (1-3), tre errori di Novara ribaltano l’inerzia (5-3) e Firenze scappa fino al 7-3 con la diagonale di Lippmann. Sorokaite allunga il break fino all’11-5 in diagonale, Veljkovic (11-6) ed Egonu (12-7) cercano di tenere in partita Novara ma Firenze si porta 19-13 con un’invasione di Bartsch-Hackley mentre Barbolini spende entrambi i timeout a disposizione. Egonu rientra in diagonale (20-16) e poi fa 21-18 in maniout con le azzurre che accorciano fino al 22-20 con l’ace di Veljkovic, prima che un errore della neoentrata Plak regali il set point alle toscane (24-20): chiude un altro errore novarese, di Nizetich, per il 25-20.

Si riparte punto a punto con Egonu (3-3) e Sorokaite (5-4) a duellare e Firenze che trova il primo break sul 9-7, prontamente rintuzzato da Bartsch-Hackley sul 10-10. Tre muri in fila delle padrone di casa valgono il 13-10 e come nel primo parziale gli errori azzurri lanciano Firenze sul 19-13 con Barbolini che cambia la diagonale principale. Plak rientra con due attacchi in fila (21-19), Lippmann sbaglia e ancora l’olandese trova l’impatto sul 21-21 con Caprara che ferma il gioco. Bici sorpassa in diagonale (21-22), Plak sciupa un appoggio facile a rete e due punti di Lippmann rimettono in gioco Firenze (23-22) che poi trova anche il set ball con il maniout di Sorokaite (24-22). Chiude un attacco out di Chirichella, 25-22.

Novara riparte con Camera, Plak e Piccinini in sestetto ma solo in partenza Egonu (2-3, poi 6-7) in attacco riesce a illudere le azzurre, poi Sorokaite sorpassa a muro (10-8) e sul turno in battuta di Alberti le toscane arrivano fino a 14-8, complici i troppi errori di Novara. Barbolini ferma il gioco e rivoluziona ancora il sestetto ma Daalderop fa 18-11 e poco dopo Alberti, in fast, firma il 22-14. La solita Lippmann conquista il match ball sul 24-17 e Firenze chiude subito con un ace di Dijkema sul 25-17.

Francesca Piccinini (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara): “Sono molto amareggiata, abbiamo disputato una brutta partita da ogni punto di vista, non siamo riuscite a reagire e incassiamo una sconfitta. Sappiamo che i Playoff sono così ma sappiamo anche che la serie è aperta e che faremo di tutto a Novara per riaprirla e ribaltarla. Servirà una prestazione diversa e sono certa che la offriremo”.

Yamila Nizetich (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara): “Complimenti a Firenze, che ha giocato al meglio ed è stata aggressiva fin dalle prime battute mentre noi non abbiamo saputo esprimere quello che è il nostro gioco. Siamo ancora in gioco, sapremo reagire e lavoreremo sodo per ribaltare il risultato con le due partite casalinghe”.

Il Bisonte Firenze – Igor Gorgonzola Novara 3-0 (25-20, 25-22, 25-17)
Il Bisonte Firenze
: Sorokaite 16, Alberti 3, Lippmann 17, Bonciani ne, Malesevic, Degradi, Daalderop 9, Parrocchiale (L), Candi, Dijkema 2, Popovic 5, Venturi (L) ne. All. Caprara.
Igor Gorgonzola Novara: Carlini 1, Stufi ne, Camera, Plak 5, Nizetich 3, Chirichella 3, Sansonna (L), Piccinini, Bici 1, Bartsch-Hackley 3, Zannoni (L), Veljkovic 12, Egonu 22. All. Barbolini.