Il primo duello stagionale sorride a Conegliano

618

Il primo duello stagionale tra Igor Volley e Imoco va alle venete, capaci di rimontare un primo break iniziale di 9-1 per le azzurre e a girare totalmente l’inerzia del match grazie ai 25 punti di Isabelle Haak (MVP dell’incontro) e all’ottima gestione dell’errore. Tardiva la reazione delle azzurre dopo il primo set perso ai vantaggi, con Chirichella e compagne di nuovo in partita solo nella parte finale del terzo set, quando hanno sfiorato una clamorosa rimonta.

Igor in campo con Karakurt opposta a Poulter, Danesi e Chirichella al centro, Adams e Bosetti in banda e Fersino libero; Conegliano con Wolosz in regia e Haak in diagonale, Lubian e Squarcini centrali, Robinson e Plummer schiacciatrici e De Gennaro libero.

Novara parte forte (4-0) e Santarelli ferma subito il gioco, richiamando le sue anche sull’8-1 (diagonale di Karakurt), ma dopo l’ottimo avvio azzurro le venete rientrano in partita, sfruttando un ottimo livello in battuta. A muro Conegliano fa 12-9, Danesi ristabilisce le distanze stoppando Plummer (15-10) ma un errore di Adams vale il -1 sul 16-15; Haak firma il sorpasso (18-19) in diagonale e poi fa l’ace del 18-20, dando a Conegliano un break di vantaggio che Karakurt cancella sul 22-22 e che le venete si riprendono a muro sul 22-24. Il turno in battuta di Varela Gomez porta le azzurre al ribaltone e al set ball (25-24, Karakurt) ma due punti di Haak (25-26) e una diagonale vincente di Robinson (25-27) valgono lo 0-1.

Novara paga il contracoclpo e Conegliano con due ace di Plummer scappa subito 2-8 con le venete che, nonostante il timeout di Lavarini e il cambio della diagonale principale, scappano addirittura 3-13 con il maniout di Robinson. Novara non riesce a rientrare, Conegliano conduce il set senza concedere nulla e un errore in costruzione di Poulter chiude i conti rapidamente, sull’11-25.

Parte ancora forte Conegliano, con la solita Squarcini (ace, 2-4 poi muro, 5-9) e Novara vede scivolar via il parziale con il muro su Karakurt che vale il 7-12 a metà set. Lavarini ferma il gioco, Novara riordina le idee e Danesi riapre i giochi con il muro su Plummer (12-14). Novara rimane attaccata al match fino al 16-18, poi Conegliano accelera con Squarcini (16-22, muro) e una “stoppata” su Karakurt vale il 20-24; la reazione di Novara è veemente ma tardiva: le azzurre rientrano fino al 23-24, poi Haak chiude set e match in pipe (23-25).

Cristina Chirichella (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Oggi ci è mancata l’aggressività che abbiamo messo in campo solo in avvio e che in altre circostanze, assieme alla capacità di divertirci in partita, è stata un nostro punto di forza. Complimenti a Conegliano per la prestazione, per noi rimane lo sprone a lavorare sodo e a crescere in fretta per raggiungere il nostro livello che sono sicura non sia quello visto oggi“.

Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Abbiamo fatto fatica un po’ su tanti fronti, in questo momento siamo fragili per quanto riguarda le certezze da mettere in campo, che ci stiamo ancora costruendo. Come non abbiamo preso con troppo entusiasmo le vittorie precedenti, non dobbiamo drammatizzare oggi la sconfitta ma semmai dobbiamo prendere atto di quello che è il percorso che dobbiamo compiere per raggiungere il nostro livello di gioco“.

Igor Gorgonzola Novara – Prosecco DOC Imoco Conegliano (25-27, 11-25, 23-25)
Igor Gorgonzola Novara: Poulter, Adams 8, Bresciani (L) ne, Giovannini ne, Battistoni, Fersino (L), Bosetti 5, Chirichella 6, Danesi 5, Varela Gomez 1, Bonifacio ne, Carcaces ne, Ituma 3, Karakurt 15. All. Lavarini.
Prosecco DOC Imoco Conegliano: Carraro ne, Plummer 7, Robinson 12, Squarcini 9, De Kruijf, Gennari, Gray ne, Lubian 7, De Gennaro (L), Haak 25, Pericati ne, Furlan ne, Wolosz 1, Bardaro (L) ne. All. Santarelli.
MVP Isabelle Haak