La Igor lotta ma Milano conquista la posta piena

933

Si ferma contro la corazzata Milano la serie positiva della Igor Volley di Lorenzo Bernardi, al primo k.o. stagionale (1-3 combattutissimo) in un Pala Igor sold-out (3962 spettatori); dopo un avvio difficile, le azzurre lottano alla pari, cedendo di misura gli ultimi due set. MVP del match il libero ospite, Brenda Castillo, a più riprese decisiva.

Igor in campo con Akimova opposta a Bosio, Chirichella e Danesi centrali, Bosetti e Szakmary schiacciatrici, Fersino libero; Milano con Orro in regia ed Egonu in diagonale, Heyrman e Rettke al centro, Daalderop e Sylla in banda e Castillo libero.

L’avvio di match è tutto di marca ospite (0-7) con Rettke che sfrutta un gran turno in battuta con ben tre ace, mentre Bernardi firma il gioco; Milano scappa fino al 3-11 e poi 6-15 con Egonu e una ricezione di Novara fuori giri a fare la differenza, mentre in regia entra Bartolucci con le azzurre chiamate a rientrare da un pesantissimo 6-20 (attacco out di Akimova). La reazione è affidata ai colpi di Danesi e Akimova (12-23) con Novara che accorcia fino al 16-24, quando Sylla in diagonale chiude il parziale (16-25).

Riparte forte Milano (1-4, poi 6-9) con il muro di Rettke e l’ace di Daalderop ma Novara rimane in partita e reagisce accorciando 11-14 e poi portandosi sul -2 con la diagonle di Bosetti. E’ ancora lei a tenere in scia le sue (15-17), poi Danesi in primo tempo mette la freccia (18-19) e due ace di Akimova valgono il sorpasso (21-20) con Novara che mantiene l’inerzia favorevole fino al 24-23 (diagonale di Bosetti) quando un errore in attacco di Sylla sigla il 25-23.

Parte sempre forte Milano (2-5, con due muri vincenti), l’ace di Szakmary vale il -1 (4-5) mentre Gaspari si affida a Cazaute in banda, con la solita Rettke a fare break a muro (7-11); Akimova rientra in diagonale (10-12), Egonu risponde in parallela e scappa di nuovo (11-16) con Milano che mantiene le distanze fino al 17-22, firmato ancora dalla grande ex della sfida in pallonetto. Novara reagisce e rientra: muro di Szakmary, poi di Akimova e un errore ospite vale il 21-22. Le azzurre avrebbero anche la palla del pari, ma Akimova viene murata (22-24) e poco dopo Egonu in pipe regala il set a Milano (23-25).

Con la novità Cazaute in sestetto, Milano parte subito forte (3-6) ma Danesi e Akimova non mollano e rientrano in partita sull’8-9, mentre Fersino si esalta in difesa. Altro ace di Cazaute (9-12), con la francese che prosegue il break fino al 9-14 e Novara che reagisce nella seconda metà del parziale con i muri di Chirichella (17-20) e Akimova (18-20) che riaprono la contesa; un altro muro di Chirichella (20-21) ma Novara si ferma di colpo: Monza scappa via fino al 21-25 siglato da Sylla in maniout.

Cristina Chirichella (centrale Igor Gorgonzola Novara): “C’è rammarico per la sconfitta e per come è iniziata la partita, con quell’avvio di primo set molto negativo. Dopo siamo rientrate e siamo riuscite a mettere in difficoltà Milano, vincendo il secondo set e lottando sempre anche negli altri parziali, pure in quei momenti che sembravano molto negativi. Purtroppo abbiamo avuto troppi alti e bassi e contro squadre di questo livello non possiamo permettercelo. E’ un punto su cui lavorare, una consapevolezza da cui ripartire: faremo di tutto per crescere e per migliorare, cercando di riprendere il cammino positivo già in settimana con la Challenge Cup e poi in campionato”.

Igor Gorgonzola Novara – Allianz Vero Volley Milano 1-3 (16-25, 25-23, 23-25, 21-25).
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 10, Guidi ne, Bosio 1, Bartolucci, De Nardi, Fersino (L), Bosetti 9, Chirichella 11, Danesi 8, Bonifacio (L) ne, Durul ne, Akimova 24, Kapralova ne. All. Bernardi.
Allianz Vero Volley Milano: Cazaute 5, Malual, Heyrman 10, Folie ne, Orro 3, Prandi ne, Rettke 13, Bajema 1, Piciocchi (L) ne, Sylla 10, Egonu 30, Daalderop 8, Candi ne, Castillo (L). All. Gaspari.
MVP Brenda Castillo