La Igor lotta ma non basta: la Supercoppa va a Conegliano

238

La Igor lotta ma non basta: dopo due ore di battaglia a spuntarla è Conegliano, che si aggiudica la Supercoppa Italiana 2021. Per le azzurre più di un rimpianto, per aver ceduto ai vantaggi sia il secondo (sciupando anche due set ball) sia il quarto set, dopo aver vinto il primo di misura. MVP del match l’ex azzurra Megan Courtney, decisiva nel finale di partita.

Karakurt firma il primo break del match con due ace (3-5) e propiza il 3-6 di Bosetti, Conegliano rientra sul 7-7 prima che un attacco e un ace di Hancock diano il nuovo vantaggio alla Igor, sull’8-10. Egonu reagisce (10-11), Plummer trova in diagonale il 15-15 e poco dopo Wolosz sorpassa con l’ace del 17-16. Novara rimette la testa avanti con il primo tempo di Chirichella (18-19), Karakurt scappa in diagonale (20-22) e Santarelli ferma il gioco; Conegliano ricuce lo strappo (22-22) ma un ace di Karakurt (22-24) da il set ball a Novara e al secondo tentativo chiude la neoentrata Rosamaria in diagonale: 23-25.

Chirichella alza la voce a muro (2-4), Plummer porta avanti Conegliano in diagonale (6-5) e poco dopo Folie in primo tempo allunga sull’11-9; un errore azzurro in attacco vale il 14-11, dopo il timeout di Lavarini Novara alza il ritmo e accorcia con Washington (15-14, fast a segno) e due volte Karakurt che firma il 19-18 in maniout. Due punti in fila di Daalderop per il sorpasso azzurro (20-21) e Washington a muro fa 20-22, costringendo Santarelli al timeout; Novara tiene fino al set ball (22-24) ma Folie mura la neoentrata Rosamaria (24-24) ed Egonu sorpassa in diagonale (25-24), propiziando poco dopo il 29-27 di De Kruijf che vale l’1-1.

Conegliano alza il ritmo e parte 3-0 (errore in attacco di Chirichella), allungando 8-3 con Plummer mentre Lavarini cambia la diagonale principale inserendo Battistoni e Rosamaria. Conegliano non allenta il ritmo (13-7), Daalderop non si arrende e firma il 13-8 e il 14-9 in attacco, ma le venete sfruttano al meglio ogni sbavatura, portandosi sul 20-12. Rosamaria ci prova a muro (20-13), Hancock torna in campo e trova l’ace del 20-14 ma il set scivola via fino al 25-15 firmato da De Kruijf a muro.

La Igor reagisce con Daalderop (1-3, poi 1-5 a rete) ma Conegliano rientra su 5-5, prima del nuovo break propiziato dal turno in battuta di Daalderop e che vale l’8-12. Plummer rientra ancora (11-12), Egonu prima impatta a muro (13-13) e poi sorpassa con l’ace del 17-16 mentre tra le azzurre c’è Battistoni in regia. Conegliano scappa 23-21, complice qualche occasione sciupata dalla Igor, e poi conquista il match ball con Folie (primo tempo) sul 24-22. Bosetti e Karakurt annullano (24-24), poi Egonu e Courtney chiudono il match sul 26-24.

Eleonora Fersino (libero Igor Gorgonzola Novara): “C’è rammarico per la sconfitta, soprattutto per l’andamento della partita e per la lucidità che ci è mancata in alcuni momenti decisivi. Complimenti a Conegliano per la vittoria, da parte nostra c’è sicuramente del buono nella prestazione offerta, anche perché siamo a inizio stagione e i margini di miglioramento sono tanti. Dobbiamo ripartire da questo: come eravamo agguerrite prima di questa partita, lo saremo ancora di più da lunedì, per rialzarci subito”.

Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara 3-1 (23-25, 29-27, 25-15, 26-24)
Imoco Volley Conegliano: Caravello, Plummer 17, Courtney 14, Butigan ne, De Kruijf 7, Folie 9, Omoruyi ne, De Gennaro (L), Vuchkova ne, Frosini, Gennari, Wolosz 3, Egonu 24, Bardaro (L) ne. All. Santarelli.
Igor Gorgonzola Novara: Imperiali (L) ne, Herbots ne, Rosamaria 4, Battistoni, Fersino (L), Bosetti 7, Chirichella 6, Hancock 5, Bonifacio, Washington 8, Costantini ne, D’Odorico, Daalderop 17, Karakurt 17. All. Lavarini.
MVP Megan Courtney