La Igor vince 3-0 e vola ai quarti di Challenge Cup

1341

Con tre set di altissimo livello, la Igor Volley di Lorenzo Bernardi conquista il successo (3-0) nel ritorno degli ottavi di finale di Challenge Cup contro l’Olympiacos, garantendosi così l’accesso ai quarti di finale della competizione. Con Caterina Bosetti capitano in campo per l’infortunio di Cristina Chirichella (schierata come secondo libero) e MVP dell’incontro, le azzurre ottengono dunque il sesto successo in altrettante partite di Challenge Cup. Il bottino sale a 9 su 9 incontri giocati, considerando anche la Wevza Cup che ha qualificato Novara alla competizione.

L’avventura delle azzurre in Challenge Cup proseguirà dunque con la sfida alle romene del Voluntari, con andata a Novara tra il 9 e l’11 gennaio e ritorno in Romania tra il 16 e il 18 gennaio. Negli altri quarti di finale, sfida tra Salonicco (Grecia) e Wiesbaden (Germania) nella parte alta del tabellone (la stessa di Novara), incroci tra Panathinaikos (Grecia) e Nantes (Francia) e tra Lugoj (Romania) e Bursa (Turchia) nella parte bassa.

L’avvio di match della Igor è devastante: Bosetti forza in battuta (ace, 3-0) e trascina le sue sul 6-0 con Szakmary scatenata in attacco e l’ungherese poco dopo firma due muri pesanti: prima il 10-1, poi il 12-2. Akimova macina punti e tiene le distanze (da 16-7 a 18-7 con due attacchi e un muro), le greche non reagiscono e Danesi in fast scappa via 23-11, anticipando la chiusura del set che porta la firma di Bosetti: maniout e 25-13.

Novara riparte forte con il maniout di Akimova (4-2), Bosetti allunga in maniout (8-5) mentre l’ex Nizetich prova a tenere in gioco le sue con il maniout dell’11-9; l’ace di Szakmary vale il nuovo +4 (15-11), l’Olympiacos reagisce (15-13) ma Novara non abbassa il ritmo e trova in Bosetti (18-15) e Szakmary (20-16) le trascinatrici per avvicinare il traguardo. Proprio Bosetti conquista il set ball con la diagonale del 24-19 e poi fa scorrere i titoli di coda sul parziale, con il maniout del 25-19.

Spalle al muro e con un po’ di fortuna (ace con l’aiuto del nastro di Carraro, 0-3), l’Olympiacos reagisce e sull’1-5 Bernardi ferma il gioco mentre Novara prova a rientrare con Akimova, a segno in diagonale sul 7-10. Bosio fa una magia e manda a segno Akimova (11-14), ancora l’opposto azzurro per il -1 sul 18-19 con una parallela incontenibile ma l’Olympiacos reagisce e scappa nuovamente 18-21, avvicinando così il traguardo. Sul 20-23, Novara rientra: difesa di Szakmary e primo tempo di Bonifacio (22-23), Bosetti impatta (23-23) in maniout e costringe gli ospiti al timeout e un muro di Bonifacio vale il match point sul 24-23. Novara sbaglia (attacco out di Akimova) e l’Olympiacos torna avanti (24-25), le azzurre annullano due set point e passano avanti con la diagonale di Akimova sul 27-26; reazione ospite (27-27), poi ancora Akimova in diagonale (28-27) e un gran muro di Danesi, per il 29-27 che chiude set e incontro.

Sara Bonifacio (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Passare il turno era l’obiettivo che ci eravamo prefissate e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi; da loro siamo state brave ma non è stata una vittoria come le altre e la tensione si sentiva di più. Siamo contente di aver completato l’opera, questo risultato ci dà la carica per andare contro Scandicci con più energia”.

Lorenzo Bernardi (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Entrare in campo con il giusto approccio è stato molto importante, lo avevo chiesto dopo Conegliano e prima del match, negli spogliatoi. Queste sono squadre che vanno aggredite da subito per evitare brutte sorprese; nel terzo set siamo calate di attenzione ma la differenza in campo c’era: quando noi siamo andate avanti non ci hanno ripreso, noi al contrario sì. Era anche importante vincere in tre set dati alcuni acciacchi delle ragazze, senza prolungare la sfida”.

Igor Gorgonzola Novara – Olympiacos SFP Pireo 3-0 (25-13, 25-19, 29-27)
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 9, Guidi ne, Bosio 2, Bartolucci ne, De Nardi, Buijs 2, Fersino (L), Bosetti 14, Danesi 8, Bonifacio 5, Durul ne, Chirichella (L) ne, Akimova 22, Kapralova ne. All. Bernardi.
Olympiacos SFP Pireo: Konstantellou ne, Artakianou (L), Nizetich 7, Carraro 1, Sampati (L) ne, Lamprousi, Vlachaki, Emmanoulidou 8, Tsitsigianni 8, Kubura 2, Farriol 4, Tani, Mlejnkova 8, Zafeirou ne. All. Micelli.
MVP Caterina Bosetti