La semifinale si apre con una sconfitta 3-0 a Treviso

502

Si apre con una sconfitta in tre set la serie di semifinale della Igor Volley di Lorenzo Bernardi, k.o. a Treviso contro Conegliano, che mantiene così inalterata la propria imbattibilità stagionale. Non basta Bosetti (13 punti, migliore delle sue) alle azzurre per tener testa alle venete, trascinate dalla diagonale Wolosz-Haak e protagoniste di una prestazione eccellente.

Conegliano in campo con Haak opposta a Wolosz, Lubian e Fahr al centro, Robinson-Cook e Plummer in banda e De Gennaro libero; Novara con Bosio in regia e Markova in diagonale, Danesi e Bonifacio centrali, Szakmary e Bosetti schiacciatrici e Fersino libero.

Haak trova subito il break del 4-1 in maniout, Wolosz firma l’ace del 6-2 che porta al timeout azzurro, mentre Novara prova a rientrare con il muro di Bosetti (7-5) prima della nuova fuga veneta con Haak (10-5, pallonetto) e Robinson-Cook (12-6), che inchioda una palla vagante. Sul 16-9 Bernardi cambia diagonale e Novara rientra 18-14 con Bartolucci a segno in attacco, Bosetti tiene in gioco le sue con l’ace del 21-17, poi le azzurre cedono e Conegliano conquista il set ball prima (24-19) e il set poi (25-19) con due punti in successione di Plummer.

Novara con Akimova in sestetto ma è Conegliano a partire fortissimo con Lubian (5-1) mentre Bernardi ferma subito il gioco; Bosetti non ci sta (5-3) ma Conegliano scappa 9-4 e poi 11-6 prima della diagonale vincente di Akimova (11-7) cui replica poco dopo Haak. La svedese (15-9) avvia in pipe un break che prosegue fino al maniout di Plummer (18-9), mentre l’ace di Wolosz ristabilisce le distanze sul 21-12 e, soprattutto, dà il via al break che si chiude sul 25-12 con Plummer a segno (maniout).

La Igor torna in campo con Chirichella, Bartolucci e Markova in sestetto e sul turno in battuta di Bosetti (ace, 3-6) le azzurre scappano 3-7 mentre Santarelli ferma il gioco; il turno in battuta di Wolosz riapre il set: Fahr a muro ricuce (7-7) e poi in primo tempo sorpassa (8-7) innescando un testa a testa che tiene fino al 12-12 prima dell’errore in attacco di Markova (14-12). E’ ancora Wolosz, al servizio, a decidere il set: ace su Bosetti (16-13) e lungo break che porta al 19-13 mentre Novara prova a rientrare con il servizio vincente di Bartolucci (20-16). Haak riprende il ritmo (21-16, diagonale vincente) e poco dopo Conegliano avvicina il traguardo con Robinson-Cook in diagonale (23-17) mentre Markova, ultima ad arrendersi, va a segno in attacco (24-19) e in battuta (24-20). Chiude, poco dopo, Plummer, in maniout sul 25-20.

Cristina Chirichella (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Conegliano quando gira bene come stasera è sempre difficile da affrontare, loro hanno fatto una grande partita mentre noi abbiamo il dovere di farne una migliore in casa, mercoledì in gara 2. Non abbiamo nulla da perdere, servirà giocare libere e serene, senza paura e confido nel fatto che giocare davanti al nostro pubblico possa darci una mano”.

Valentina Bartolucci (regista Igor Gorgonzola Novara): “Anche oggi come le altre volte che sono stata chiamata in causa ho provato a dare tutto quello che avevo, per aiutare la squadra. Purtroppo oggi non abbiamo avuto quell’atteggiamento sereno, libero e aggressivo che ci aveva chiesto il nostro allenatore, un atteggiamento che sicuramente cercheremo di avere mercoledì. Loro sono forti ma noi abbiamo il dovere di lottare e di dimostrare che ci siamo, per provare a prolungare la serie”.

Prosecco Doc Imoco Conegliano – Igor Gorgonzola Novara 3-0 (25-19, 25-12, 25-20)
Prosecco Doc Imoco Conegliano: Piani ne, Plummer 14, Robinson-Cook 11, Squarcini ne, De Kruijf ne, Gennari, Lubian 5, De Gennaro (L), Haak 18, Bugg, Wolosz 3, Lanier ne, Fahr 5, Bardaro (L) ne. All. Santarelli.
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 4, Guidi (L) ne, Bosio, Bartolucci 2, De Nardi, Buijs, Fersino (L), Bosetti 13, Chirichella, Danesi, Bonifacio 1, Akimova 2, Markova 9, Kapralova ne. All. Bernardi.
MVP Joanna Wolosz