La Vittoria a Potsdam vale la qualificazione in Champions

771

Vittoria numero quattro in Champions League per la Igor Volley di Stefano Lavarini, che si assicura l’aritmetica qualificazione alle prossime fasi della competizione; per sapere se saranno quarti di finale od ottavi di finale servirà l’ultimo match, in programma la prossima settimana in casa del Vakifbank Istanbul: chi vincerà lo scontro al vertice vincerà il girone, mentre chi perderà andrà al turno eliminatorio dedicato alle seconde e alla miglior terza della pool phase.

Potsdam in cambio con Nemeth opposta a Van Aalen, Cekulaev e Savic al centro, Savelkoel e Jasper in banda e Jegdic libero; Novara con Cambi in regia e Karakurt in diagonale, Chirichella e Danesi centrali, Bosetti e Adams schiacciatrici e Fersino libero.

Novara fa il primo break con due muri di Cambi (1-3, poi 4-7) e scappa fino al 6-11 che costringe Potsdam al timeout, mentre le tedesche rientrano di slancio da 8-12 a 12-12 con due errori in attacco di Adams; Potsdam passa addirittura avanti (14-13) ma Ituma entra e va a segno due volte (15-15), poi due punti in fila di Bosetti (16-18) e un muro di Danesi (17-20) scavano il solco decisivo con Chirichella che allunga con due attacchi vincenti sul 20-23. Adams trova l’ace del 20-24 e un fallo di Cekulaev chiude il set sul 21-25.

Novara con Bonifacio in sestetto ma Potsdam parte forte (5-2) con il muro di Savic mentre Novara si affida ad Adams (tre punti in fila, di cui due a muro) per il 5-6 con le azzurre che sfruttano un alatro muro di Cambi per avviare il break (9-11) che vale il +3 a firma di Karakurt. Carcaces entra e inchioda una gran diagonale (11-16) Danesi a muro scappa via (13-20) mentre Lavarini cambia la diagonale principale; Bosetti in diagonale avvicina il traguardo (17-23), poi, dopo il punto di Karakurt (17-24), chiude il set in maniout sul 17-25.

Lavarini ruota ancora i centrali inserendo Chirichella, confermando anche Carcaces in banda, e le formazioni partono subito testa a testa con l’inerzia favorevole prima alle tedesche (4-3, ace di Nemeth) e poi alle azzurre (9-10, ace di Cambi) con Cekulaev (muro, 12-10) e Karakurt (gran diagonale, 12-12) che duellano. Il nastro spinge a terra l’ace di Nemeth (16-13), Potsdam va 18-14 ma Karakurt trascina le sue al nuovo -1 (18-17) e dopo il nuovo break tedesco (22-19) è Bonifacio, in primo tempo, a tenere in gioco le sue (23-22). Il set finisce con due punti di Nemeth e troppi attacchi non sfruttati dalle azzurre: 25-23.

Torna in sestetto Danesi per Chirichella ed è lei a firmare il 2-4 con Novara che va 2-6 e Potsdam che rientra -1 (5-6) prima del nuovo break firmato da Danesi (5-9) e Carcaces (5-11, ace). Potsdam fatica a reagire, Karakurt fa 6-13 in attacco, Bonifacio 8-16 in primo tempo mentre Savic prova a tenere in partita le sue con l’ace del 10-17. Il finale è uno show di Danesi che fa 10-20 in primo tempo e poi “replica” per l’11-22, firmando in attacco anche il punto che vale il match point, sul 12-24; chiude ancora lei, a muro, sul 13-25.

Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Bene il risultato, che ci permette di essere sicuri di passare la fase a gironi, che era un nostro obiettivo. non è stata una bella gara, siamo andate avanti a fasi alterne, specie nel primo e nel terzo set in cui abbiamo commesso troppi errori e abbiamo un po’ di fatica col muro-difesa sulla loro velocità. Ora pensiamo alla partita con Busto Arsizio, poi ci prepareremo per un’altra battaglia, in casa del Vakifbank“.

Anna Danesi (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Sapevamo che serviva una vittoria piena e sebbene abbiamo lasciato un set a Potsdam penso che si possa essere soddisfatti, sia per i punti ottenuti e che ci servivano per la qualificazione, sia perché veniamo da un periodo molto intenso e qualche momento di calo durante il match penso sia fisiologico. Loro erano cariche, dopo il successo con il Vakifbank, questi tre punti sono importanti per la classifica e anche per darci ulteriore spinta“.

SC Potsdam – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (21-25, 17-25, 25-23, 13-25)
SC Potsdam: Savelkoel 6, Hetmann ne, Savic 7, Jasper 9, Leweling 1, Van Aalen 3, Reesink (L) ne, Maase ne, Nemeth 21, Cekulaev 6, Jegdic (L), Emonts, Dokic. All. Naranjo Hernandez.
Igor Gorgonzola Novara: Cambi 5, Adams 6, Bresciani ne, Giovannini, Battistoni, Fersino (L), Bosetti 8, Chirichella 4, Danesi 13, Bonifacio 10, Carcaces 10, Ituma 3, Varela Gomez (L) ne, Karakurt 22. All. Lavarini.
MVP Ebrar Karakurt