Missione compiuta: Igor in semifinale di Challenge Cup

764

Missione compiuta per la Igor Volley di Lorenzo Bernardi, che vince con un netto 0-3 in casa del Voluntari e conquista la quarta semifinale europea della sua storia. Nel penultimo atto di Challenge Cup le azzurre sfideranno le tedesche di Wiesbaden, vittoriose nella doppia sfida con le greche del PAOK Salonicco (entrambe le volte per 3-0). Gara d’andata della semifinale a Novara tra il 30 gennaio e il 1 febbraio, ritorno in Germania tra il 6 e l’8 febbraio. Si deciderà domani l’altra semifinale, con il Nantes (Francia) che attende la vincente tra Lugoj (Romania) e Bursa (Turchia): la gara di ritorno in casa del Bursa partirà dal 3-1 ottenuto in trasferta all’andata dalle turche.

Padrone di casa con la novità Galic opposta a Van De Vyver, la new entry Howard con Todorova al centro, Radosova e Matei in banda e Veres libero; Igor senza De Nardi (costretta al forfait da un attacco febbrile), con Bosio in regia e Akimova in diagonale, Chirichella e Bonifacio centrali, Bosetti e Szakmary schiacciatrici e Fersino libero.

Avvio serrato (4-4) ma Novara trova poco dopo l’allungo: da 8-9 le azzurre scappano 8-15 sfruttando il turno in battuta di Bosetti (8-14) e l’ottima verve offensiva di Akimova. Howard reagisce in primo tempo (10-15), le romene rientrano 12-15 ma Szakmary con un muro (12-18) e un attacco vincente (13-20) mette al sicuro il parziale, costringendo le avversarie al timeout. Bosetti in pipe avvicina il traguardo (13-22) e un errore in costruzione del Voluntari chiude il parziale sul 17-25.

Novara vede il traguardo vicino e riparte forte: Akimova firma l’1-4 e poi il 5-8, il turno in battuta di Chirichella (ace, 5-9) spinge le azzurre fino al 5-13 mentre il Voluntari ferma invano il gioco. La Igor non si ferma: 6-16 firmato da Bosetti, poi Akimova inchioda il 9-18 mentre le padrone di casa si affidano al servizio di Howard, che propizia il tentativo di rimonta fino al 17-21 con Bernardi che chiama a raccolta le sue. Novara ritrova il ritmo e va al set point con un mani out di Bosetti (17-22) e un muro della schiacciatrice azzurra (18-24). A chiudere è Akimova, che mette a terra un pallone vagante e manda le sue in semifinale (18-25).

C’è spazio per Bartolucci nel terzo parziale, la Igor non abbassa il ritmoe parte subito avanti con la pipe di Bosetti (3-6) e il pallonetto di Akimova (4-7) mentre Chirichella a rete spinge le sue sul 5-10 che porta al timeout avversario. Il Voluntari rientra (9-11), Bernardi manda in campo Kapralova nella diagonale principale e la mossa è azzeccata (per lei 4 punti e 80% in attacco nel set) con la giovane schiacciatrice che prende subito il ritmo mandando a terra il 9-12 in diagonale. E’ ancora lei a concretizzare una gran difesa di Szakmary (14-18) e ad avvicinare il traguardo sul 16-21, poi lo sprint decisivo con Szakmary che in diagonale si prende il match point (18-24) e Howard che fa scorrere i titoli di coda mandando out il servizio del 20-25.

Lorenzo Bernardi (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Per noi è un passo importante, volevamo chiudere la partita sul 3-0 e ci siamo riuscite, per quanto magari non abbiamo giocato al meglio in alcune situazioni. Il nostro obiettivo era centrare la semifinale e siamo contenti di esserci riuscite, però prima di pensarci abbiamo una partita di campionato con Busto Arsizio e la delicatissima sfida di Coppa Italia con Chieri tra una settimana“.

Cristina Chirichella (capitano Igor Gorgonzola Novara): “Siamo contente, volevamo la semifinale e l’abbiamo ottenuta nel modo migliore possibile, giocando anche per larghi tratti una buona pallavolo. Guardiamo avanti con fiducia, stiamo lavorando bene, ora ci prepariamo alle prossime partite che metteranno in palio tanto“.

CSO Voluntari – Igor Gorgonzola Novara 0-3 (17-25, 18-25, 20-25)
CSO Voluntari: Kosinski (L), Veres (L), Zivojinovic 2, Casanova ne, Todorova 7, Van De Vyver 2m Howard 8, Ionescu ne, Matei 9, Radosova 3, Galic 9, KApelovies. All. Dehrioglu.
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 12, Guidi, Bosio 1, Bartolucci, Buijs ne, Fersino (L), Bosetti 14, Chirichella 10, Danesi ne, Bonifacio 5, Akimova 15, Kapralova 4. All. Bernardi.