Vittoria da tre punti a Trento!

598

Vittoria pesantissima, in piena emergenza, per la Igor Volley di Lorenzo Bernardi, che supera Trento in quattro set a domicilio e supera Scandicci, portandosi temporaneamente al terzo posto in graduatoria sebbene con una gara giocata in meno del team toscano.

Senza De Nardi (nemmeno partita) e con il forfait all’ultimo minuto di Danesi e Bosetti per una forma influenzale, le azzurre si sono appoggiate ai punti di Vita Akimova (27 per lei), che ha vinto il duello tra colleghe di reparto con l’americana di Trento Dehoog, fermatasi a 25.

Trento in campo con Dehoog opposta a Guiducci, Olivotto e Moretto al centro, Michieletto e Acosta in banda e Mistretta libero; Novara con Bosio in regia e Akimova in diagonale, Chirichella e Bonifacio centrali, Szakmary e Buijs schiacciatrici e Fersino libero.

Novara aggredisce la partita e si porta subito 1-3 con Szakmary e poi 2-6 con Akimova, mentre Mazzanti ferma il gioco; ancora Akimova in parallela (4-9), Szakmary costringe Trento al secondo timeout (4-10) e Novara scappa 6-12 con Buijs in diagonale. Trento non reagisce, Szakmary trascina le sue al 10-20 e l’ace di Chirichella vale l’11-23 con Bonifacio che, poco dopo, chiude i conti in primo tempo, sul 12-25.

Mazzanti conferma Shcherban in sestetto ed è lei a firmare il 5-1 per le sue, Akimova reagisce (7-4) ma Olivotto a muro fa 11-6 e Michieletto “doppia” le azzurre in maniout, sul 12-6; doppietta di Akimova (12-9), Novara fa -2 (14-12) ma Shcherban scappa nuovamente (16-12) prima dell’ace di Szakmary (16-14) che in battuta propizia il break che vale il 16-15 e che costringe Mazzanti al timeout. Le azzurre ricuciono lo strappo sul 18-18 ma sul più bello “pasticciano” e Trento ringrazia, scappando prima 21-18 e poi 24-20 con il maniout di Acosta. Chiude Shcherban, in maniout, sul 25-21.

Akimova porta avanti le sue (2-4), Shcherban recupera a muro (5-5) e l’ace di Guiducci vale il controbreak trentino sull’8-5, mentre Bernardi ferma il gioco; Novara rimonta (8-8) e innesca un bel testa a testa, con Akimova che fa 11-11 in diagonale e Bosio che di seconda si prende il 13-15, servendo poi ad Akimova il +3 (13-16) mentre Mazzanti ferma due volte, invano, il gioco. Le azzurre scappano (13-18), Trento reagisce (17-19) ma Novara non si ferma più e a muro, con Bonifacio, fa 17-22 mentre Akimova, poco dopo, chiude il set in diagonale, sul 21-25.

Il quarto set viaggia sul filo dell’equilibrio: Dehoog fa 5-4 in pallonetto, Buijs la mura e sorpassa (6-7) e Akimova chiude d’astuzia uno scambio infinito per il 9-10; Acosta spara out (9-11), Szakmary non sbaglia in diagonale (11-14) e Akimova costringe Trento al timeout mettendo a terra il 13-17. Novara non si ferma, Akimova in parallela avvicina il traguardo (16-21), Buijs in diagonale conquista il match ball (19-24) e dopo tre tentativi a vuoto è Bonifacio, in primo tempo, a chiudere il match sul 22-25.

Francesca Bosio (regista Igor Gorgonzola Novara): “Questa vittoria per noi vale doppio, siamo reduci da una settimana difficilissima, con una sconfitta molto dolorosa in Coppa Italia e il morale di conseguenza non al massimo. A questo va aggiunto il fatto che a causa di qualche assenza fossimo contate: in questo contesto, per noi contavano solo il successo e i tre punti e abbiamo ottenuto entrambe le cose”.

Itas Trentino – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (12-25, 25-21, 21-25, 22-25)
Itas Trentino: Shcherban 11, Passaro, Acosta 9, Michieletto 3, Guiducci 3, Olivotto 7, Marconato, Stocco ne, Parlangeli ne, Dehoog 25, Angelina, Zago (L) ne, Moretto 1, Mistretta (L). All. Mazzanti.
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 12, Guidi ne, Bosio 2, Bartolucci ne, Buijs 12, Fersino (L), Chirichella 9, Bonifacio 8, Akimova 27, Kapralova ne. All. Bernardi.
MVP Francesca Bosio

 

 

*Foto Marchi