Vittoria da tre punti contro Casalmaggiore

1273

Secondo successo consecutivo in campionato per la Igor Volley di Lorenzo Bernardi, che supera in quattro set Casalmaggiore al termine di un match combattutissimo e segnato dalla grande prova in battuta della formazione ospite. Decisivo l’apporto offensivo di Vita Akimova (ancora MVP del match) e la tenuta delle azzurre nei momenti cruciali dei set, con la sola eccezione di un piccolo passaggio a vuoto sul 19-19 del terzo parziale, rivelatosi poi determinante. Le due formazioni si affronteranno ancora giovedì sera, nella gara di ritorno dei trentaduesimi di finale di Challenge Cup (Viadana, 20.30).

Igor in campo con Akimova opposta a Bosio, Danesi e Chirichella al centro, Bosetti e Buijs in banda e Fersino libero; Casalmaggiore con Avenia in regia e Smarzek in diagonale, Lohuis e Melandri centrali, Perinelli e Acosta schicciatrici e De Bortoli libero.

Akimova firma il primo allungo (4-0) sul servizio di Danesi, Musso ferma subito il gioco ma Novara tiene le distanze prima in parallela con Buijs (6-2) e poi con un tocco a rete di Danesi (9-5). Primo tempo di Chirichella per il +5 (13-8), muro di Bosio per il 17-10 ma sul più bello Casalmaggiore rientra con tre ace in fila di Perinelli e il muro di Acosta su Chirichella (19-16) che di fatto riaprono il parziale. Bosetti avvicina il traguardo in maniout (23-20), Buijs conquista il set ball (24-21, diagonale vincente) e dopo un ace di Manfredini (24-23) è Akimova a chiudere i conti in parallela sul 25-23.

Danesi (muro, 2-0) e Lohuis (ace, 3-3) duellano ma è Bosetti con una pipe e un muro a propiziare il break azzurro (7-4) che prosegue anche dopo il timeout di Musso, grazie anche a una gran parallela di Akimova (9-4). Lohuis reagisce (muro, 10-9) e poco dopo un muro su Buijs ristabilisce la parità sul 14-14 con Akimova che firma il nuovo allungo in diagonale (17-14) e Bosio che poco dopo manda in battuta Chirichella con l’attacco di seconda (19-15). Chirichella ipoteca il set con l’ace del 22-15, Smarzek riporta sotto le sue (23-20) con un buon turno in battuta ed è ancora Akimova a portare le sue al set ball (24-20). C’è tempo per l’esordio di Kapralova, poi, al secondo tentativo, Buijs fa 2-0 in diagonale (25-21).

Casalmaggiore con Hancock e Manfredini in sestetto e le ospiti partono forte (1-3) mentre Novara affida la reazione al muro di Danesi (7-5) che inverte per un attimo l’inerzia del punteggio. Due ace di Lohuis (7-9) e Casalmaggiore torna avanti, dopo il servizio vincente di Hancock (8-11) e il timeout di Bernardi, Novara rientra e innesca un bel punto a punto, rotto una prima volta dall’attacco out di Danesi sul 17-19. Buijs a muro ritrova la parità (19-19) ma Manfredini concretizza una gran difesa di Smarzek (19-22) e l’opposto polacco trova poco dopo anche il maniout che vale il set ball del 22-24 per poi chiudere i conti con l’ace del 22-25.

Tra le ospiti c’è Cagnin in banda e dopo l’ace della solita Smarzek (1-3) è Bosetti a impattare in diagonale (4-4) per un testa a testa “rotto” da un tocco a rete di Cagnin sull’8-10 con Bernardi che manda in campo Szakmary. L’ungherese entra bene (10-11, maniout) e si fa sentire anche a muro e in difesa, Casalmaggiore però scappa 12-16 con Smarzek mentre Novara si affida all’esperienza di Bosetti (16-17) e Danesi (gran muro, 18-18) e all’esplosività di Akimova che firma il sorpasso in parallela. Doppio timeout di Musso ma le azzurre hanno il ritmo giusto e Szakmary firma il +4 in pallonetto (22-18) per un 5-0 sul turno in battuta di Bosetti. Chiude un ace di Akimova, per il 25-20 che regala la posta piena alla Igor.

Vita Akimova (opposto Igor Gorgonzola Novara): “L’inizio della mia avventura italiana è stato davvero eccezionale, non mi aspettavo di vincere sempre e a livello personale di conquistare tre volte consecutive il titolo di MVP. Sono felice ma soprattutto sono orgogliosa per la mia squadra, perché vincere come gruppo è l’unica cosa che conta. Giovedì ci aspetta un’altra partita durissima, lavoreremo per farci trovare pronte“.

Greta Szakmary (schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara): “Complimenti a Casalmaggiore per la grande partita che ha fatto in battuta, è stata sicuramente una delle chiavi del match. Ci hanno messe in difficoltà e al netto di due set molto buoni, poi abbiamo attraversato un momento difficile ma ne siamo uscite bene, dimostrando una volta ancora di aver un ottimo spirito. Personalmente sono contenta di aver potuto dare il mio contributo al successo, lavoro per questo. Purtroppo ho avuto un problema fisico che mi ha condizionata in un momento importante come è la preparazione, però sto lavorando per tornare al 100%: la stagione sarà lunga e voglio dare il mio contributo“.

Lorenzo Bernardi (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Abbiamo conquistato tre punti importanti ed è giusto segnalare come questo non sia mai scontato, specie quando si affronta una squadra che fa la partita che ha fatto Casalmaggiore, riuscendo a metterci in difficoltà spesso nel corso del match. Non mi aspettavo nulla di diverso, conosciamo il loro valore e sappiamo a maggior ragione che sarà durissima giovedì. Nelle coppe europee è nella partita di ritorno che ci si gioca tutto, noi dovremo essere bravi a completare l’opera iniziata in casa“.

Igor Gorgonzola Novara – VBC TrasportiPesanti Casalmaggiore 3-1 (25-23, 25-21, 22-25, 25-20)
Igor Gorgonzola Novara: Szakmary 3, Guidi ne, Bosio 4, Bartolucci ne, De Nardi, Buijs 12, Fersino (L), Bosetti 12, Chirichella 9, Danesi 13, Bonifacio ne, Durul (L) ne, Akimova 22, Kapralova. All. Bernardi.
VBC TrasportiPesanti Casalmaggiore: Perinelli 9, Avenia, Colombo ne, Lohuis 14, Melandri 3, Manfredini 4, De Bortoli (L), Hancock 3, Edwards 2, Faraone (L) ne, Obossa 2, Smarzek 26, Cagnin 3, Acosta 6. All. Musso.
MVP Vita Akimova