Vittoria in tre set contro Perugia

737

Vittoria importante per la Igor Volley di Stefano Lavarini, che conquista tre punti in tre set contro Perugia al termine di un match controllato di fatto dall’inizio alla fine. Importante la prestazione difensiva di squadra (con Fersino nominata con merito MVP del match), così come la gestione lucida di Carlotta Cambi e la grande verve realizzativa di Karakurt (top scorer dell’incontro con 21 punti).

Con Danesi out per i postumi di una gastroenterite, Igor in campo con Cambi in regia e Karakurt in diagonale, Chirichella e Bonifacio al centro, Bosetti e Adams in banda e Fersino libero; Perugia con Galkowska opposta a Santos, Nwakalor e Polder centrali, Guerra e Lazic schiacciatrici e Armini libero.

Due punti di Chirichella (attacco e muro) per il break del 5-2, Galkowska rientra (5-4) ma Novara trova un parziale importante e si porta 10-4 con Adams a segno; Perugia reagisce (10-7) e Lavarini ferma il gioco, le umbre rientrano con l’ace di Guerra (11-10) e un’infrazione di Karakurt (unico neo di un set stellare, chiuso con 11 punti) per l’11-11, prima del nuovo allungo azzurro firmato da Bonifacio in primo tempo (14-11). Karakurt mantiene le distanze con il pallonetto del 21-17, dopo una gran difesa di Fersino, e poco dopo, di slancio, Bosetti chiude i conti in diagonale, sul 25-17.

Perugia ci prova con Guerra (maniout, 3-5) ma Novara rientra sul 9-8 e innesca un bel punto a punto con Adams (10-11) e Bonifacio (ace, 11-11) che mantiene le sue in scia, mentre due ace di Karakurt invertono l’inerzia sul 14-12. Perugia non molla (15-16) ma Cambi trova il cambio palla (16-16) e poco dopo un errore di Lazic vale il nuovo +2 azzurro, con il muro di Chirichella che rintuzza il tentativo di impatto delle ospiti (22-20). Si chiude senza sorprese, con Bosetti che mette a terra la parallela del 25-22.

Cambi mura Guerra (6-5) e propizia il +3 (primo tempo di Bonifacio, 8-5) ma le umbre invertono l’inerzia (8-9) prima del nuovo break azzurro con l’ace di Cambi (11-9) e poco dopo con due attacchi a segno di Bonifacio (14-10). Ancora la centrale azzurra con l’ace che ipoteca il parziale (17-11), entra Varela Gomez che va subito a segno in primo tempo (20-12) e poco dopo “bissa” a muro, sul 23-13. C’è di che gioire anche per Giovannini (24-14, maniout), poi è Varela Gomez a chiudere i conti completando l’opera con l’ace del 25-14.

Lucia Varela Gomez (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Sono molto felice di aver trovato spazio e di aver dato il mio contributo a una vittoria piena, da tre punti, che è molto importante per il nostro cammino in classifica. Per me è tutto stupendo, sono venuta qui per allenarmi e crescere a fianco di grandi interpreti del mio ruolo e serate come questa sono una ciliegina sulla torta”.

Carlotta Cambi (regista Igor Gorgonzola Novara): “Siamo state brave, perché la partita era molto meno facile di quello che potesse apparire, anche per le motivazioni fortissime che hanno le squadre in lotta per la salvezza. Noi abbiamo avuto la capacità di mantenere la giusta concentrazione e lucidità, senza mai dare spazio a loro per provare a riaprire la partita o addirittura a invertire l’inerzia. Ora spostiamo l’attenzione sulla partita di mercoledì con Stoccarda che per noi mette in palio un obiettivo molto importante”.

Igor Gorgonzola Novara – Bartoccini Fortinfissi Perugia 3-0 (25-17, 25-22, 25-14)
Igor Gorgonzola Novara: Cambi 3, Adams 7, Bresciani, Giovannini 1, Battistoni, Fersino (L), Bosetti 8, Chirichella 9, Varela Gomez 3, Bonifacio 10, Carcaces ne, Ituma, Dell’Aglio (L) ne, Karakurt 21. All. Lavarini.
Bartoccini Fortinfissi Perugia: Provaroni, Avenia, Polder 4, Gardini ne, Galkowska 10, Rumori (L) ne, Santos 1, Armini (L), Bartolini ne, Guerra 12, Galic 1, Garcia, Nwakalor 1, Lazic 7. All. Bertini.
MVP Eleonora Fersino