Terzo successo in Champions: 3-0 su Belgrado

349

Terzo successo in quattro giornate di Champions League per la Igor Volley di Stefano Lavarini, che bissa il 3-0 dell’andata con la Stella Rossa di Belgrado e si porta a quota nove nella classifica della Pool C. Un successo che avvicina la qualificazione alla fase playoff della massima competizione europea per club.

Sestetto inedito per la Igor Volley, con Karakurt opposta a Battistoni, Danesi e Bonifacio al centro, Adams e Carcaces in banda e Fersino libero; Belgrado con Taubner in diagonale alla regista Cirovic, Markovic e Canak centrali, Stojic e Zivojinovic schiacciatrici e Durdevic libero.

Dopo un primo break ospite (0-2), Novara ribalta tutto con Adams che in diagonale fa 4-4 e a muro trova il sorpasso (5-4), firmando poi l’ace del 10-6; Pavlicevic ferma il gioco ma Karakurt allunga ancora sul 14-8 e Danesi inchioda il primo tempo del 16-10 mentre Lavarini cambia la diagonale principale; Ituma entra e va a segno due volte (19-13), Danesi con una doppietta avvicina il traguardo (22-16) e poi trova anche l’ace del +7 sul 24-16. Chiude Adams, in diagonale, 25-17.

Novara con Bresciani in sestetto al posto di Fersino e la solita Adams che fa 5-3 sfruttando una gran difesa di Battistoni, replicando poi sul 7-4 mentre Carcaces in pipe firma il +4 (8-4) che Bonifacio mantiene con il primo tempo dell’11-7. Giovannini entra e trova l’ace del 15-10, Karakurt con due muri fa 20-13 mentre Ituma appena entrata trova il +7 in maniout (22-15) e poco dopo Bonifacio conquista il set point in primo tempo, 24-15. Chiude un errore in attacco delle serbe per il 25-15 che vale il 2-0.

Tra le azzurre c’è Giovannini in banda, Karakurt parte forte con la diagonale del 4-3 e Giovannini a muro firma il 6-6 mentre due errori dell’opposto turco rilanciano le ospiti sul 6-9; un muro su Carcaces vale il 9-14 e poco dopo la Stella Rossa sfrutta gli errori di Novara per portarsi sull’11-17 al massimo vantaggio. Due muri di Danesi valgono il -3 (14-17) mentre rientra Adams in banda, Carcaces (15-17, ace) e Taubner duellano (15-19, diagonale vincente) mentre Ituma firma il 18-20 e poi il 19-21 in diagonale. L’ace di Adams riapre tutto (20-21) e Carcaces a rete trova il 22-22; la rimonta subita “spegne” le ospiti, Carcaces chiude uno scambio lungo inchiodando il 24-22 e Ituma a muro fa scorrere i titoli di coda, sul 25-22

Giulia Bresciani (libero Igor Gorgonzola Novara): “Volevamo una vittoria per continuare il percorso positivo in Europa e per blindare un po’ la nostra seconda posizione, in attesa delle ultime due giornate. Abbiamo disputato due set molto buoni, nel terzo abbiamo commesso qualche errore di troppo ma abbiamo avuto la capacità di rimanere in gioco, rientrando poco alla volta e chiudendo poi a nostro vantaggio la fase decisiva. Personalmente è la prima stagione che gioco la Champions League, misurarsi con le migliori squadre d’Europa è uno stimolo enorme”.

Ratko Pavlicevic (allenatore Stella Rossa Belgrado): “Sono soddisfatto di quanto messo in campo dalle mie ragazze, perché hanno fatto del loro meglio. Avremmo potuto forse fare qualcosina di più nei primi due set, mentre nel terzo in cui abbiamo fatto molto bene, purtroppo nel finale abbiamo pagato un po’ in ricezione, con Novara, cui faccio i complimenti, che ha dimostrato la propria qualità ribaltando il risultato e vincendo il set”.

Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Abbiamo avuto la bravura di rimanere in gioco nel terzo parziale, quando eravamo sotto, mentre nei primi due abbiamo gestito bene dopo un approccio molto buono, attento e concentrato. E’ stata anche l’occasione per fare qualche esperimento, visto che ci aspettano delle partite ora molto dure e importanti e in cui dunque sarà importante sapere di poter fare affidamento su tutte le atlete”.

Igor Gorgonzola Novara – Crvena Zvezda Beograd (25-17, 25-15, 25-22)
Igor Gorgonzola Novara: Cambi, Adams 12, Bresciani (L), Giovannini 2, Battistoni 1, Fersino (L), Bosetti ne, Chirichella ne, Danesi 11, Varela Gomez ne, Bonifacio 4, Carcaces 9, Ituma 7, Karakurt 13. All. Lavarini.
Crvena Zvezda Beograd: Taubner 11, Durdevic (L), Mateska, Zivojinovic 8, Denysova ne, Markovic 2, Cirovic, Sajic ne, Vrceli ne, Canak 5, Stojic 7, Helic ne, Zigic (L) ne, Rodic 1. All. Pavlicevic.
MVP Anna Danesi