Playoff, azzurre a segno in gara 1

45
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Iniziano con un successo casalingo i Playoff della Igor Volley di Luciano Pedullà, che impiega quattro set e quasi due ore di gioco per superare un’agguerritissima Foppapedretti Bergamo in gara uno dei quarti di finale. Un match teso, segnato dal vantaggio ospite nel primo set e poi ribaltato, di forza, dalle azzurre guidate dalla solita Barun (23 punti) e da Cristina Chirichella (62% in attacco), premiata Mvp Igor Gorgonzola del match.
 
Igor in campo con il consueto sestetto, con Barun opposta a Signorile, Guiggi e Chirichella al centro, Hill e Klineman in banda e Sansonna libero; ospiti schierate da Lavarini con Plak opposta a Radecka, Melandri e Paggi al centro, Blagojevic e Loda in banda e Merlo libero.
 
Avvio di partita devastante delle ospiti che, trascinate da una super Plak, si portano 1-6 con l’ace dell’olandese e, poco dopo, ancora con Plak (stavolta in pipe) sul 2-8. Novara reagisce e rientra con Klineman (6-9) e Barun (7-9) ma dopo il timeout di Lavarini, Bergamo scappa di nuovo 9-12 al timeout tecnico. Guiggi a segno in fast, poi nuovo break di Radecka (11-16) che poco dopo, in battuta, fa il vuoto fino all’ace del 13-20. Novara si affida a Hill (16-21) poi Bergamo chiude di slancio con Sylla, appena entrata, a segno in pallonetto (17-24) e poi con una parallela per il 18-25.
 
Si riparte con Klineman e Hill (5-3) che danno il primo break alle azzurre e Plak, scatenata, che ricuce con una doppietta sul 7-7 prima del sorpasso siglato dall’uno-due di Blagojevic (9-10) e del nuovo break di Klineman che porta le squadre al timeout tecnico sul 12-11. Un punto che da il “la” al break delle azzurre fino al 18-14 (pipe di Klineman), mentre Chirichella firma la doppietta che vale il 20-15. Plak e Radecka (21-18) non mollano, Barun e Guiggi (gran muro su Paggi per il 23-19) avvicinano il traguardo che, sempre loro, tagliano di slancio: diagonale della croata per il 24-20, poi fast incontenibile di Guiggi per il 25-21 che riequilibra il match.
 
Si riparte con Barun che firma il primo break (5-2) e Lavarini che ferma il gioco, poi la diagonale di Hill vale l’8-4 per le azzurre con Bergamo che fatica a rientrare. Il nastro spinge a terra l’ace di Hill (11-6), Barun doppia le avversarie al timeout tecnico e poi un altro ace di Hill vale il +9 Igor sul 15-6 mentre Lavarini inserisce Sylla in banda. Il servizio di Barun scava l’ultimo, decisivo, solco (18-9) con Novara che non si ferma più fino all’ace di Signorile che vale il set-ball (24-13) e il maniout di Hill che vale il sorpasso azzurro (25-15) nel computo dei set.
 
Bergamo riparte con Mambelli titolare e Lavarini sfrutta l’alternanza della schiacciatrice con Sylla (cambi illimitati, in quanto under 21 italiane) per dare meno punti di riferimento alle azzurre. Plak scatta 0-2, Guiggi rientra 3-2 e poi tiene la testa avanti 5-4 (fast) prima del controbreak di Blagojevic che vale il 5-7 per le ospiti. Bergamo scappa con Plak (6-10) e Sylla, che firma la doppietta (diagonale e muro su Chirichella) che vale il 6-12 al timeout tecnico. La reazione della Igor è veemente ed è affidata alla solita Barun (7-12 in didagonale e 9-12 in maniout) mentre il turno in battuta di Chirichella riapre i giochi: 3-0 il parziale, chiuso da un ace sporco della centrale azzurra per il 14-14. Le due squadre procedono testa a testa, con l’inerzia favorevole alle ospiti “spezzata” da Barun (parallela del 19-18) e dall’ace di Hill sul 21-19. Novara mantiene le distanze, sul 23-21 (Klineman, diagonale vincente) Barun trova l’ace che vale anche il match point (24-21) e, poco dopo, Klineman chiude i conti con un gran muro su Plak (25-21).
 
Per le azzurre, ritorno in palestra previsto a inizio settimana in vista della gara due dei quarti di finale in programma domenica prossima, 12 aprile, a Bergamo. Fischio d’inizio alle ore 19 e, per la prima volta, azzurre in diretta su Gazzetta TV.
 
IGOR VOLLEY NOVARA – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-1 (18-25, 25-21, 25-15, 25-21)
Igor Volley
: Partenio, Klineman 13, Kim ne, Guiggi 10, Bonifacio 1, Chirichella 11, Sansonna (L), Alberti, Signorile 1, Hill 17, Barun 23, Zanette. All. Pedullà.
Bergamo: Mori, Deesing, Loda 4, Paggi 3, Blagojevic 7, Merlo (L), Melandri 7, Radecka 5, Plak 28, Mambelli, Sylla 8. All. Lavarini.
MVP Igor Gorgonzola: Cristina Chirichella