Rimonta vincente a Scandicci: 2-3

45
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Sedicesimo successo in campionato per la Igor di Luciano Pedullà, che supera Scandicci al quinto set in rimonta e allunga in vetta su Modena, sconfitta a Bergamo nell’anticipo di ieri.
 
Igor in campo con Barun opposta a Signorile, Chirichella e Guiggi al centro, Partenio e Hill in banda e Sansonna libero; padrone di casa schierate con Vanzurova opposta a Vincourova, Garzaro e Stufi al centro, Lipicer e Usic in banda e Ruzzini libero.
 
Botta e risposta in avvio, con Barun e Partenio che firmano il break sul 4-6 prima che Guiggi e un errore di Lipicer costringano Bellano al timeout sul 5-9. Chirichella mantiene le distanze al timeout tecnico (8-12), Usic (10-12) e Lipicer (12-13) accorciano in maniout  con le formazioni che procedono a “elastico”. Barun allunga, Bellano cambia diagonale (dentro Muresan e Scacchetti) e Usic ricuce 16-17, poi il nuovo break del 17-21 (fallo di Scacchetti) e, ancora, il rientro delle padrone di casa con Vanzurova e Lipicer (21-22). Novara conquista due set ball con Klineman (22-24) e li sciupa, prima del break decisivo firmato da Guiggi (maniout) e chiuso dall’errore di Stufi per il 24-26.
 
Si riparte con la Igor avanti 0-3 (ace di Hill) e Scandicci che ricuce con l’errore di Partenio che vale il 4-4, innescando il punto a punto rotto dall’ace di Vanzurova sul 9-7 e dal seguente errore di Hill (10-7). Barun ricuce 12-12, Guiggi mura Usic (13-14) e Bellano chiama timeout: al rientro in campo, le toscane reagiscono e scappano 18-15 col muro di Lipicer su Guiggi, mentre Pedullà inserisce nuovamente Klineman. Lipicer allunga 20-16, Signorile risponde con l’ace (20-18) poi Scandicci arriva al set-ball con Garzaro (muro su Klineman, 24-19) e l’errore in battuta di Chirichella chiude 25-21.
 
Si riparte con Klineman titolare ed è lei a firmare lo 0-3 con un muro su Stufi che si rifà poi con l’ace del 2-3. Barun allunga in diagonale (3-5) poi in parallela (5-8) mentre la Igor perde Klineman che, in un tentativo di difesa, finisce contro un led pubblicitario e si procura un brutto taglio al sopracciglio (5-6), lasciando poi il posto a Partenio. Doppietta di Vanzurova (7-8) poi di Usic (11-10) e Scandicci passa avanti al timeout tecnico ancora con la croata (12-11). Lipicer scappa 15-12, Hill mura Vanzurova (15-14) che poi sbaglia (16-17) innescando il punto a punto rotto sul 21-19 dalle toscane. Pedullà ferma il gioco e Novara reagisce: 21-23 con Chirichella e Guiggi, tre muri consecutivi, protagoniste. Novara sciupa due set ball, poi Lipicer sorpassa 25-24 e al quinto tentativo Scandicci chiude 31-29 con l’errore di Barun.
 
Spalle al muro, Novara reagisce e parte forte con Signorile (2-5) e Barun (3-8) costringendo Bellano al timeout. Menghi, entrata per Garzaro, accorcia 11-13 e poi si fanno sotto con Usic (12-13) prima del turno in battuta di Chirichella: la centrale azzurra fa il vuoto e scappa 13-20 con due muri di Partenio su Vanzurova e Lipicer. Chiude, dopo la girandola di cambi di Bellano, un muro di Zanette su Muresan 14-25.
 
Nel tie-break è ancora la Igor a partire forte (0-2, poi 2-4 con Guiggi protagonista) con Usic che risponde 5-5 in diagonale, prima del nuovo break azzurro con Barun per il 6-8 al cambio campo. L’arbitro non vede un tocco clamoroso del muro avversario sull’attacco di Partenio e assegna il 9-9 alle toscane ma dopo l’ace di Vanzurova (11-11) la Igor non si ferma più: Hill trova il match ball (12-14) e Chirichella chiude d’autorità, mandando la Igor a più sei su Modena. Emiliane che saranno le prossime avversarie azzurre in campionato l’8 marzo, dopo la sosta per la Final Four di Coppa Italia in programma nel prossimo weekend a Rimini.
 
SCANDICCI – IGOR VOLLEY NOVARA 2-3 (24-26, 25-21, 31-29, 14-25, 12-15)
Scandicci: Perinelli, Stufi 7, Garzaro 3, Lipicer 17, Usic 14, Lussana (L) ne, Ruzzini (L), Muresan 7, Scacchetti, Vanzurova 23, Menghi 3, Vincourova 2. All. Bellano.
Igor Volley: Partenio 9, Klineman 5, Kim ne, Guiggi 20, Bonifacio, Chirichella 16, Sansonna (L), Alberti, Signorile 1, Hill 16, Barun 22, Zanette 1. All. Pedullà.