Sconfitta al tie-break a Conegliano

45
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Sconfitta indolore per la Igor Volley di Luciano Pedullà, che tiene testa per cinque set a Conegliano prima di cedere, ai vantaggi, in un tie-break infuocato. Sconfitta che nulla pregiudica per le azzurre, già matematicamente prime in regular season prima ancora di scendere in campo.
 
In un PalaVerde “sold out”, Conegliano si presenta in campo con Nikolova opposta a Glass, Adams e Barazza al centro, Ozsoy e Barcellini in banda e Boscoscuro libero; Novara schierata con Barun opposta a Signorile, Bonifacio (unica novità nel sestetto, al posto di Chirichella) e Guiggi al centro, Hill e Klineman in banda e Sansonna libero.
 
Novara firma il primo break con l’ace di Hill (2-3) e poco dopo Klineman e un errore di Nikolova valgono il 4-7, prontamente rimpinguato dal muro di Guiggi (6-10) e dall’ace di Klineman (6-11). Barazza “stoppa” Hill e da il “la” al controbreak veneto sul servizio di Ozsoy, che porta le squadre al timeout tecnico sul 12-11, prima del nuovo break firmato da Klineman e Barun che vale il 15-18 per la Igor. Ancora Barun (16-20) mentre Chiappini sfrutta i due tempi a disposizione, poi l’opposto croato fa 17-22 in pipe e avvicina il traguardo, mentre Barazza prova a ricucire lo strappo (20-22). Vano lo sforzo del centrale veneto: Barun conquista il set ball (21-24) e Signorile chiude subito con un ace (21-25).
 
Igor avanti anche nel secondo set, con Klineman protagonista (2-4 poi 3-5 con un muro su Adams e un lob delizioso), prima che Nikolova a muro e un errore di Hill diano il via al testa a testa che porta le squadre al timeout tecnico sul 12-11, dopo il muro di Ozsoy su Barun. Klineman trascina la Igor al 15-18, Chiappini ferma il gioco ma non la Igor che si porta 18-21 con la fast di Guiggi; Conegliano (tra le cui fila c’è Fiorin in banda) rientra 21-21, il muro di Barazza e l’errore di Hill valgono il set ball per le venete che, al terzo tentativo, chiudono 27-25 complice l’attacco out di Klineman.
 
Si riparte testa a testa, con Novara che mantiene l’inerzia con Klineman (4-5) e Hill (5-6) mentre Bonifacio e Barun regalano il break del 6-8 che le azzurre, con un pallonetto dell’opposto croato, mantengono anche al timeout tecnico sul 10-12. Ozsoy ricuce e sorpassa (13-12), Barun attacca in rete (17-15) e Pedullà ferma il gioco, con Guiggi (muro su Fiorin e fast vincente) che impatta ai 19 e Klineman che sorpassa in parallela (19-20). Rapido botta e risposta tra Adams (muro, 22-20) e Klineman (ace, 22-22), poi Nikolova conquista il set ball in parallela e un muro su Zanette, appena entrata, vale il 25-23.
 
Pedullà inserisce Partenio per Klineman, Conegliano allunga 5-2 (attacco out di Barun) con la Igor che risponde a tono (5-5) prima dell’ace di Adams (8-6) che consegna il nuovo break di vantaggio alle venete. Guiggi a segno a muro e poi in maniout per il sorpasso al timeout tecnico (11-12) e al ritorno in campo Hill e un errore di Fiorin valgono l’11-14 con Chiappini che inserisce Barcellini e Nicoletti e Pedullà che manda in campo Chirichella al posto di Bonifacio. Proprio la centrale partenopea entra e mura Ozsoy e Adams (13-17) con Partenio (tocco morbido dopo una gran difesa) e Hill (ace) che scappano 15-21, ipotecando il parziale. Barun conquista il set ball sul 18-24, Conegliano ne annulla tre prima della pipe dell’opposto azzurro che vale il 21-25 e la parità nel computo dei set.
 
Torna titolare Klineman tra le azzurre, Barun (1-3) e Chirichella (2-4) danno il via alla fuga azzurra, concretizzata sul 3-7 da un gran muro della centrale partenopea su Ozsoy. Klineman scappa a muro su Nikolova (5-9), che Chiappini sostituisce con Nicoletti, poi Conegliano rientra con le doppiette di Ozsoy e Adams (9-9) prima del nuovo break conquistato da Hill in maniout (10-12). Pedullà inserisce Partenio, Adams la “punta” in battuta e Conegliano sorpassa addirittura 13-12 conquistando poi il match ball con il maniout di Nicoletti sul 14-13. Chirichella annulla in fast, Barun sorpassa, poi sbaglia e regala il match ball a Conegliano, annullandolo prontamente (16-16). Ancora due palle del match per le azzurre, annullate da Ozsoy in pipe e dal servizio out di Chirichella, poi Ozsoy trova il break decisivo con un lob e una pipe a segno per il 20-18 finale.
 
Per le azzurre, prossimo (e ultimo) impegno in regular season sabato prossimo alle 20.30 al Pala Terdoppio, contro Forlì già retrocesso, prima dell’inizio dei playoff programmato per la prima settimana di aprile.
 
IMOCO CONEGLIANO – IGOR VOLLEY NOVARA 3-2 (21-25, 27-25, 25-23, 21-25, 20-18)
Conegliano
: Glass 2, Vasilantonaki ne, Fiorin 4, Adams 19, Arimattei ne, De Gennaro (L) ne, Boscoscuro (L), Katic ne, Ozsoy 31, Nikolova 13, Nicoletti 1, Barcellini 3, Barazza 6. All. Chiappini.
Igor Volley: Partenio 2, Klineman 17, Kim, Guiggi 18, Bonifacio 6, Chirichella 5, Sansonna (L), Alberti ne, Signorile 1, Hill 21, Barun 26, Zanette. All. Pedullà.