Si alza il sipario sulla stagione

59
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Giusto il tempo di ritrovarsi tutte assieme, per la prima volta, in palestra per poi godersi l’abbraccio, come consueto caloroso, della città intera nel cuore del centro storico novarese. La presentazione ufficiale della squadra alla città, in un teatro Coccia gremito, ha consentito di aprire ufficialmente il sipario sulla nuova stagione della Igor Volley. Stagione in cui le azzurre saranno chiamate a confermarsi ai livelli e anche, per la prima volta, a confrontarsi con il prestigioso palcoscenico della Champions League, fianco a fianco con le “big” del continente. Stagione che segna anche l’avvio del secondo ciclo triennale di quello che è nato come un progetto sociale e sportivo, sotto le insegne del title-sponsor Igor Gorgonzola Srl, e che è diventato, nell’arco di un triennio appena, un polo d’eccellenza della pallavolo di alto livello così come di quella giovanile. Un punto di riferimento per la città, una realtà in costante espansione che in appena tre stagioni sportive è riuscita, dal nulla, a conquistarsi sul campo un posto tra i grandi club italiani. Tanto che dal “Piccolo Coccia”, dove il progetto venne svelato alla città nel giugno 2012, lo “spettacolo” grazie al successo riscosso si è trasferito sul più prestigioso palcoscenico del teatro cittadino.

Ad alternarsi sul palco, nel corso della presentazione, tutti i tanti artefici del progetto e dei successi ottenuti. Dalla presidente, suor Giovanna Saporiti, che con l’acronimo AGIL ha regalato un’impronta unica alla pallavolo novarese, al “patron” Fabio Leonardi, assieme alla sua famiglia (presenti sul palco anche il fratello Maurizio e la sorella Lara) vero motore del processo d’aggregazione che ha avvicinato in maniera sinergica le eccellenze industriali del territorio al progetto volley, passando per tutti gli sponsor, o meglio gli amici, che hanno sostenuto e sostengono la società nella sua attività quotidiana. Infine le attese protagoniste: il florido settore giovanile azzurro, capace di riempire un intero ordine di palchi del teatro, anticamera alla presentazione, sul palco, dello staff tecnico, guidato dal d.g. Enrico Marchioni, e della prima squadra. Chiamate una a una dallo speaker, Manu Passarani, e applaudite da sponsor e tifosi. A loro il compito di svelare le nuove maglie da gioco, sempre più ricche di sponsor ma fedeli alla tradizione: azzurra la prima, bianca la seconda e nera quella dei liberi (sempre con inserti fucsia a richiamare la tradizione Agil), che per la Champions League vestiranno invece la casacca giallo-verde imposta dalla CEV a tutte le partecipanti.

Doppia la sfida lanciata dal tecnico Luciano Pedullà e dalla capitana, Martina Guiggi, concentrati in primo luogo sulla Supercoppa imminente: «Lo scorso anno – ha spiegato il tecnico azzurro – ci è mancato qualcosina, proprio alla fine. Quest’anno il nostro obiettivo principale è fare di tutto per prenderci proprio quello che lo scorso anno ci è sfuggito. Lo dobbiamo agli sponsor, ai tifosi e alla città tutta».

Anche perché il secondo ciclo triennale del progetto Igor Volley regalerà alla squadra anche una nuova “casa”, quantomeno nel nome: l’impianto del Terdoppio (ex Sporting) che ospiterà le gare interne della squadra di serie A1 assumerà infatti la denominazione di Pala Igor Gorgonzola (con la capienza aumentata a 4000 posti a sedere, grazie all’aggiunta di una grande tribuna sul lato corto, grazie alla vittoria della Igor Gorgonzola Srl del bando indetto dal Comune di Novara.