Suor Giovanna premiata dal sindaco

50
AGIL Volley - Immagine non disponibile

“Un premio dedicato a tutte le persone che hanno accompagnato la nostra società nei suoi trentacinque anni di attività e per tutti quegli imprenditori, tifosi e rappresentanti delle istituzioni della nostra città che quotidianamente ci sostengono e ci permettono di lavorare al meglio”. Con queste parole, suor Giovanna Saporiti (presidente di Agil Volley) ha voluto conferire una specialissima dedica per il riconoscimento di “Novarese dell’anno 2018” conferitole questa mattina, nel corso della tradizionale cerimonia, al Teatro Faraggiana di Novara, dal sindaco Alessandro Canelli.

Di seguito le motivazioni ufficiali del premio, riportate sulla pergamena consegnata a suor Giovanna Saporiti.

Religiosa appartenente, dall’età di vent’anni, alla comunità delle Sorelle Ministre della Carità di San Vincenzo de Paoli, suor Giovanna Saporiti ha dato vita tra il 1983 e il 1984 alla società sportiva Agil (acronimo di Amicizia, Gioia, Impegno e Lealtà) Volley per offrire un’alternativa positiva a ragazze in difficoltà. Valori cardine, questi, che sono rimasti la costante dell’attività del club anche una volta approdato ai massimi campionati federali, anche attraverso la creazione di corsi di avviamento alla pallavolo. Agil Volley ha compiuto per ben due volte la “scalata” alla serie A1 (la prima nel 2001, la seconda nel 2013) e ha regalato alla città di Novara il suo primo, storico, Scudetto nel 2017, titolo al quale si aggiungono anche la Coppa Italia di A2 (2001), la Coppa Cev (2003), la Coppa Italia (2015) e la Supercoppa Italiana (2017). Suor Giovanna si è sempre impegnata affinché l’attività del club fosse rivolta in modo privilegiato ai campionati giovanili con l’obiettivo di proporre il modello di uno sport sano e pulito in cui competizione e valori etici e umani possano convivere al meglio.