Test positivi per i team di A1 e B1

147
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Dopo il “pari” nella prima amichevole con Bolzano, la Igor Volley di Luciano Pedullà ha ottenuto contro la Foppapedretti Bergamo un convincente 6-2. Come per l’allenamento congiunto con Bolzano, anche contro le orobiche la Igor ha disputato sei “mini-set” a rotazione bloccata più due set (questa volta uno regolare a 25 e uno con la formula del tie-break, a 15) interi. Le azzurre si sono aggiudicate quattro dei mini-set ed entrambi i set regolari (27-25 e 16-14). 

Una prestazione convincente quella di Guiggi e compagne che, rispetto alla prima uscita, hanno messo in mostra dei passi in avanti che hanno convinto il tecnico Luciano Pedullà: «Ho chiesto e visto una diversa concentrazione rispetto all'amichevole di sabato con Bolzano, c'è stata una piccola crescita. Dovremo lavorare ancora molto, è palese che in ricezione non siamo ancora solidi, mentre in difesa si tratta solo di trovare il giusto equilibrio e lo si può fare solamente lavorando molto. C'è stato uno studio delle situazioni migliore rispetto a quanto fatto con Bolzano e di fronte avevamo una Foppa quasi al completo. È stato quindi un test match di alto livello».

Tutte protagoniste, tra le azzurre, le atlete della prima squadra a disposizione (Kim, Barun, Zanette, Partenio, Guiggi, Alberti e Sansonna). Con loro, hanno avuto spazio anche Guidozzi, Bosio, Miola e Rinaldi, aggregate alla prima squadra dal team di B1. Martedì prossimo, la sfida sarà replicata a Bergamo. 

Formazione di B1 che in serata ha superato per 4-1 (25-23, 25-18, 25-18, 16-25, 21-19) Galliate (B2) al Pala Agil. A disposizione del tecnico Ingratta, la regista Carando, i liberi Prencipe e Baragioli, poi Colombo, Schirò, Talamazzi, Masciullo e Calì. A loro si sono unite anche alcune atlete della serie C.