Vittoria esterna, blindato il secondo posto

57
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Torna al successo, ed è una vittoria piena da tre punti, la Igor Volley di Massimo Barbolini, che a Castellanza ha chiuso nel migliore dei modi il proprio girone d’andata, superando per 0-3 le padrone di casa di Legnano al termine di un match per ampi tratti molto combattuto. Vittoria che vale il secondo posto in graduatoria al “giro di boa” del campionato e regala alle azzurre l’accoppiamento con Pesaro nei quarti di finale di Coppa Italia: l’andata si giocherà mercoledì sera, alle 20.30, a Pesaro.

Legnano scende in campo con Mingardi in diagonale alla regista Caracuta, Ogoms e Pencova al centro, Coneo e Degradi in banda e Lussana libero; Barbolini sceglie Egonu opposta a Skorupa, Gibbemeyer e Chirichella al centro, Enright e Plak in banda e Sansonna libero.

Tiratissimo il primo parziale, con il muro di Chirichella su Coneo, una pipedi Plak (4-6) e il maniout di Egonu che danno subito alla Igor un break di vantaggio sul 5-8; rientra prontamente Legnano con Coneo (9-10) e poi Mingardi, che impatta sul 15-15 andando a segno in parallela. Il testa a testa prosegue con la Igor che fa un break (17-19, Plak) cui replica Ogoms (21-21) ma le azzurre arrivano al set ball con la pipe di Egonu (23-24). Legnano annulla due volte (25-25) poi, dopo la parallela di Egonu (25-26) arriva l’errore di Degradi, propiziato da una gran difesa di Sansonna, per il 25-27.

Riparte forte la Igor, che sfrutta il lungo turno in battuta di Plak in avvio (3-6, ace) per portarsi 3-8, Legnano prova a rientrare (7-9, poi 10-12) ma Egonu mura Conego e fa 11-15 con Pistola che ferma il gioco. Chirichella ed Egonu sbagliano (13-15) ma Enright allunga di nuovo (13-17) con Gibbemeyer e Plak che avvicinano il traguardo sul 18-22. Pencova ci prova fino alla fine (muro su Egonu, 21-23) ma un colpo a rete di Chirichella chiude il set 21-25 e manda le azzurre sullo 0-2.

Spalle al muro, Legnano riparte forte con i colpi di Mingardi e Pencova che costringono Barbolini al timeout sul 9-5; al ritorno in campo, prima Enright e poi Gibbemeyer fanno il vuoto in battuta: con quattro muri consecutivi Novara si porta 10-11, Skorupa fa 11-14 fermando Mingardi e nonostante i due timeout di Legnano le azzurre si portano 11-20 con Plak e Chirichella protagoniste. Legnano non rientra più, Plak allunga in diagonale (12-22) ed Egonu chiude la partita in diagonale, sul 16-25.

Massimo Barbolini (allenatore Igor Volley): “Siamo soddisfatti sia della vittoria ottenuta, sia perché è arrivato un successo da tre punti e ci ha permesso di mantenere saldo il secondo posto al termine del girone d’andata. Nel primo set e mezzo eravamo un po’ contratti ma siamo stati bravi sia a chiudere a nostro favore il primo set ai vantaggi, sia a gestire gli altri due set con maggior tranquillità”.

Katarzyna Skorupa (regista Igor Volley): “Per noi è una vittoria importante, che ci permette di mettere alle spalle le ultime sconfitte e anche di guadagnare qualche punto sulle nostre avversarie, mantenendo la seconda posizione. Dobbiamo continuare a lavorare e a crescere, ci aspetta una partita importante mercoledì, per la Coppa Italia, in cui dovremo dare continuità alla prestazione di oggi”.

Sab Volley Legnano – Igor Volley Novara 0–3 (25-27, 21-25, 16-25)

Sab Volley Legnano: Degradi 8, Bartesaghi, Lussana (L), Pencova 8, Cumino ne, Ogoms 3, Mingardi 19, Martinelli, Coneo 3, Cecchetto, Caracuta 1. All. Pistola.

Igor Volley Novara: Vasilantonaki ne, Camera ne, Plak 19, Gibbemeyer 7, Enright 7, Skorupa 2, Bonifacio ne, Chirichella 8, Sansonna (L), Piccinini, Zannoni, Egonu 18. All. Barbolini.