Volleyrò, B1 e B2 vincono in rimonta

93
AGIL Volley - Immagine non disponibile

La pallavolo sa regalare emozioni come nessun altro sport. Quando si entra dentro un palazzetto si ha la sensazione che tutto sia possibile. Si può andare a casa dopo un’ora se la partita è particolarmente squilibrata, oppure si può rimanere incollati sui propri sedili per tre ore con la gioia nel cuore per essere al posto giusto e nel momento giusto. E non vorresti essere in nessun altro luogo se non in quello. E poi c’è il regolamento che affascina da decenni milioni di appassionati. Fino a quando l’ultimo pallone non è caduto in terra, ogni rimonta è possibile e l’impresa della vita è sempre dietro l’angolo. Ciò che è accaduto ieri sera al PalaFord racchiude in sé l’essenza del volley.

Le bravissime ragazze dell’Under 16 scendono in campo per prime, per affrontare il Garden House Ladispoli, nel campionato di Serie B2. Dopo un primo set caratterizzato da alti e bassi e un secondo set lottato alla pari e vinto ai vantaggi, le giocatrici di Kantor prendono in mano la gara e si aggiudicano in scioltezza il match per 3-1 (19-25, 29-27, 25-14, 25-18).

Alle 20.45, in prima serata, tocca all’Under 18. Il calendario di Serie B1 propone la sfida tutta romana contro l’Evoluzione Ostia. L’avvio prende una piega sbagliata per il Volleyrò. Ostia sa che deve vincere e fa di tutto per mettere in difficoltà le molto più giovani avversarie. L’Under 18 non sembra in serata di grazia. Gioca a sprazzi e pur avendo dei momenti di eccellenza pallavolistica, cala nei finali dei set e fa scappare Ostia sul 2-0 (25-22, 25-22). Al cambio di campo un tifoso urla “Credeteci!” e il match cambia volto. Il Volleyrò limita gli errori ed è più concreto. Le avversarie, al di là della classifica, sono delle lottatrici, non regalano niente e la rimonta va conquistata scambio dopo scambio. La gioventù delle ragazze, che spesso porta allo sbaglio per la troppa voglia di strafare, non fa pesare il suo carico di inesperienza, anzi. Coach Giangrossi sfrutta la qualità della sua panchina e ruota le giocatrici in campo. Ostia non riesce più a piazzare i break che avevano spento le velleità del Volleyrò nei set precedenti. L’Under 18 sale di livello e piazza dei parziali che riesce a mantenere e gestire fino alla fine. Si va sul 2-2 (25-20, 25-23). Nel quinto set il Volleyrò sembra pagare le fatiche della rimonta. Ostia parte bene e si porta sul 5-2, ma lì si ferma. La reazione delle padrone di casa è veemente. Raggiunte le avversarie, si portano avanti. Ostia ci prova con tutte le energie rimaste. Per la sua classifica sarebbe troppo importante vincere questa partita. Ma contro il coraggio giovanile di un Volleyrò lucido e concreto non c’è arma che tenga. Le ragazze si aggiudicano il tie break (15-13) e la festa può partire.

Da domani torna tutto come prima. Il cammino è lungo e nulla è stato ancora fatto. Piedi a terra e lavorare, ma per una notte si può volare.