Volleyrò, l’under 18 si conferma campione regionale

56
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Maggio ha regalato un’altra fortissima emozione al Volleyrò Casal de’ Pazzi. Dopo le vittorie dell’Under 14 e dell’Under 16, la società di via Rossellini ha festeggiato il titolo regionale anche con la sua Under 18 che, nella finale di Cisterna di Latina, ha sconfitto per 3-0 (25-17, 25-13, 25-18) l’Ostia Volley Club. Il match non ha mai avuto storia, con il Volleyrò bravissimo a gestire la pressione dell’essere il grande favorito. Ostia ha cercato di mettere in difficoltà le avversarie forzando la battuta ma il Volleyrò ha controllato in ricezione, permettendo alle proprie palleggiatrici di condurre il ritmo offensivo alla perfezione.
«Sapevamo – ha spiegato coach Kantorche Ostia avrebbe cercato di metterci in difficoltà forzando con il servizio. Le ragazze sono state molto brave a gestire il fondamentale di ricezione permettendo, così, alle palleggiatrici di sviluppare al meglio il nostro gioco. Dal punto di vista tattico è stato eseguito tutto quello che avevamo chiesto».
Sul punteggio di 2-0, Kantor ha lasciato lo spazio meritato a tutte le ragazze che compongono la rosa dell’Under 18. «Mi ha fatto molto piacere – continua Kantor – che tutte le giocatrici abbiano partecipato alla partita e abbiano contribuito a questa vittoria. Ci tenevano a mettere in mostra il loro valore. Abbiamo giocato una buona gara, con qualche errore che dovremo evitare alla finali nazionali».
Con la qualificazione alla finale regionale, il Volleyrò CDP si era già garantito un posto ai campionati nazionali di Crotone, che andranno in scena dal 10 al 14 giugno. Un grande campione come Sandor Kantor, che tanto ha vinto in carriera come giocatore, sa come sia difficile confermarsi al vertice. «Ci sono degli aspetti in cui dobbiamo assolutamente fare meglio e lavorare in questi giorni che ci separano dalle finali nazionali. Siamo comunque in grado di confermarci, anche se non sarà facile perché la concorrenza è agguerrita. Siamo i campioni in carica e tutte le squadre che incontreremo vorranno batterci. In base alla mia esperienza posso dire che vincere è difficile, ma confermarsi lo è ancora di più. Le ragazze devono capire che per mantenere questo titolo dovranno metterci ancora più cuore, perché tecnicamente, tatticamente e fisicamente siamo pronti».