Volleyrò, si presenta il prof. Bosetti

128
AGIL Volley - Immagine non disponibile

Procede a ritmo incessante la preparazione delle ragazze del Volleyrò. Passa il tempo e l’inizio della stagione agonistica si avvicina sempre più. Da quest’anno lo staff tecnico della società romana si è ulteriormente impreziosito con la presenza del professor Giuseppe Bosetti, che con la sua competenza garantisce esperienza e conoscenze specifiche a un gruppo di atlete molto giovani. «Stiamo svolgendo un’ottima preparazione – dice Bosetti – e le ragazze stanno lavorando in maniera importante, mettendo fieno in cascina. Spero che l’impegno che stanno dimostrando possa portare i frutti sperati. In questa fase le due sedute giornaliere sono faticose, specie per la mancanza di tempo dedicato al riposo, ma è un processo necessario in questo momento della stagione».

Bosetti sta iniziando a conoscere meglio le ragazze e giudica positivamente tutto l’ambiente. «L’aria che si respira all’interno del gruppo – continua – è ottimo e le nuove giocatrici sono motivate a fare bene, sempre seguite da uno staff molto competente. Il ritiro di Morbegno è stato utilissimo, anche perché la presenza delle campionesse di Novara è servito da riferimento per le più giovani».

Il professor Bosetti non ha dovuto faticare troppo ad adattarsi alla sua nuova realtà, soprattutto perché ha scoperto un’organizzazione estremamente valida, che non si affida al caso. «Mi sono sentito subito a mio agio con la società, lo staff e le ragazze. Ho trovato un ambiente ideale per lavorare. Si tende sempre a sottovalutare quanto sia importante avere una società capace di curare tutti i dettagli come accade qui al Volleyrò. Devo fare davvero sinceri complimenti a tutti».

Con le doppie sedute giornaliere, è molto più facile trovarlo sul campo che in giro per Roma, città che vorrebbe visitare con più calma «Per il momento – ammette – non ho avuto modo di girare tanto per Roma. Conosco solo i tragitti che mi portano al PalaFord, dove si svolgono gli allenamenti, e in clinica, dove mia figlia sta effettuando la terapia per recuperare dall’infortunio. Tutti mi dicono che con la riapertura delle scuole il traffico aumenterà. Spero di non avere troppi problemi».

La presenza del professor Bosetti sarà particolarmente utile per implementare la fase di leva formativa delle giovani pallavoliste, per accrescere la collaborazione con le scuole, con le società del progetto Volleyrò e quelle sparse sul territorio e orientare la crescita degli allenatori su basi molto più solide. «L’obiettivo della società – conclude – deve essere quello di creare una struttura autosufficiente, basata su una efficace politica di reclutamento. Si sta progettando un lavoro validissimo all’interno delle scuole, che dovrà portare alla scelta e alla formazione di atlete di alto livello che possano essere inserite, in futuro, nella rosa della squadra».